Cross del Colombaio: a Nuova Olonio Primi Bardea e Nana

Cross del Colombaio: a Nuova Olonio Primi Bardea e Nana

Il Campionato provinciale di Società di cross 2023 della FIDAL Sondrio è partito con la prima prova a Nuova Olonio domenica 22 gennaio, ottimamente organizzata dal GP Santi Nuova Olonio: il Cross del Colombaio edizione numero 11. Ben 300 partecipanti sui prati nei pressi del Centro Agrario hanno dato vita, come di consueto, a una bella mattinata di sport. Nell gare assolute a primeggiare due malenchi accasati per società di fuori provincia, entrambi allenati da Gianni Fransci: Katia Nana (La Recastello Radici Group) tra le donne e Matteo Bardea (Atl. Valle Brembana) tra gli uomini.

Nelle Ragazze non fallisce l’appuntamento con la vittoria la forte Caterina Vavassori (GP Valchiavenna) che mette dietro Susanna Romegialli (GS CSI Morbegno) ed Elisa Pensini (GS CSI Tirano). Nei pari età maschili, 1200 metri anche per loro, il forte Giuseppe Tirinzoni (GP Talamona), reduce dalla vittoria alla Cinque Mulini, sale ancora sul gradino più alto del podio, in compagnia di Thomas Delle Coste (GS Chiuro) e Giacomo Ciapponi (GS CSI Morbegno). Prova maiuscola, al debutto di categoria, per la cadetta Matilde Paggi (GP Valchiavenna) che vince davanti a Tabatha Spini (GP Talamona) ed Emma Pozzi (US Derviese). Nella gara dei Cadetti, sui 2,5 km, Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia) si impone d’autorità, seguito da Mattia Sutti (GS Valgerola) e Francesco Spinetti (GP Talamona).

Avvincente la gara Allievi di 4 km, dove se vanno subito in cinque: Gabriele Sutti (GS Valgerola), Yassine Jamal ElIdrissi (GS CSI Morbegno), Mathias Mora (US Malonno), Lorenzo Tomera (GP Valchiavenna) e Daniele Ciaponi (GP Talamona). Proprio quest’ultimo allunga a 500 metri dal traguardo salutando la compagnia, ma Lorenzo Tomera (GP Valchiavenna) si butta in un disperato sprint finale che gli permette di chiudere il gap e agguantare la vittoria al fotofinish.

Spazio poi alla gara femminile di 3 km con una cinquantina di allieve, junior, promesse, senior e master al via. La malenca Katia Nana (La Recastello Radici Group, FOTO di Davide Vaninetti) vince con margine, mentre alle sue spalle Alessandra Succetti (GP Valchiavenna) ed Elisa Peverelli (AG Media Sport) si contendono allo sprint il secondo e terzo posto: Alessandra conquista l’argento e vince tra le promesse, Elisa è di bronzo e prima delle juniores. Alle loro spalle Cinzia Cucchi (Castelraider) è la prima delle master 40, mentre Noemi Gini è quinta assoluta e prima delle allieve. Le altre vittorie nelle categorie master sono di Simona Barilani (GP Santi\master 35), della rientrante Lorenza Combi (GP Santi\master 45), diCinzia Zugnoni (GS CSI Morbegno\master 50), di Sonia De Agostini (GP Valchiavenna\master 55), di Elena Fustella (Atl. Lecco\master 60), di Anna Maria Taeggi (GS Valgerola\master 65), di Biancamaria Martina (GS Valgerola\master 70).

Gran finale con la gara maschile di 6 km dove l’azzurro agli Eurocross Matteo Bardea (Atl. Valle Brembana) ha subito sgranato il gruppo portandosi appresso il talentuoso Giovanni Zugnoni (GP Santi). Ma a metà del secondo dei quattro giri previsti il malenco dalla falcata leggera resta da solo e continua la sua cavalcata trionfale fino al traguardo vincendo anche nella categoria promesse. Alle sue spalle tiene il secondo posto Giovanni Zugnoni (GP Santi), mentre il talamonese Mattia Sottocornola (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) conquista la medaglia di bronzo e la vittoria nei master 35. A completare la top five Massimiliano De Bernardi (Atletica Alto Lario, 1° nei master 40) e il capitano del GP Santi Graziano Zugnoni (1° nei master 45). Il sodalizio di Adriano Santi festeggia anche il sesto posto e la vittoria nei master 55 dell’inossidabile Roberto Pedroncelli. Le altre vittorie di categoria sono appannaggio di Francesco Bongio (GS CSI Morbegno\1° junior), Davide Della Mina (Team Valtellina\1° senior), Oscar Paniga (GP Santi\1° nei master 50), Francesco Barletta (Euroatletica 2002\1° nei master 60), Vincenzo Azzolini (Pol. Bellano\1° nei master 65), Salvatore Tarabini (GS CSI Morbegno\1° nei master 70) e Alberto Salini (GP Talamona\1° nei master 75).

Il Trofeo Centro Agrario Nuova Olonio alla prima società va al GS Valgerola (951 punti) davanti a GS CSI Morbegno (900 punti) e GP Santi Nuova Olonio (772 punti).

PROSSIME GARE INPROVINCIA DI SONDRIO -  Sabato 28 gennaio 2023 ad Albosaggia – Palestra del Campus Scolastico in via Coltra: ALBOSAGGIA INDOOR 2023 (manifestazione promozionale FIDAL per categorie Esordienti 5/8/10)

Cristina Speziale/FIDAL Sondrio

La Domenica dei Lanci a Mariano Comense

La Domenica dei Lanci a Mariano Comense

Sono Pascaline Adanhoegbe e Melissa Casiraghi le maggiori protagoniste della seconda giornata della prima fase regionale di qualificazione ai Campionati Italiani invernali di lanci. Palcoscenico è sempre il Centro Tecnico Regionale di settore di Mariano Comense (Como) con l’organizzazione dell’Atletica Mariano Comense: nel menù della domenica giavellotto, martello e peso.

Nel giavellotto donne arriva  il picco tecnico sul piano del punteggio: lo firma Pascaline Adanhoegbe (CUS Pro Patria Milano) vincendo la gara Assoluta con un 52.17 ottenuto subito al primo lancio e corroborato da un 49.75 al secondo; alle sue spalle la neounder 23 Federica Dozio (Atl.Lecco Colombo Costruzioni), tricolore Juniores 2022, resta a soli 5 centimetri dal PB con 46.73, Delia Fravezzi (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) sigla 42.93 e Anna Bassini (CUS Insubria Varese Como) infrange la barriera dei 40 metri con 40.99. Prima volta oltre i 40 metri pure per la vincitrice della gara Giovanile Stella Bersani (CUS Pro Patria Milano), autrice di 41.88, per superare l’altra junior Alessia Formenti (Pro Sesto Atl. Cernusco) a 38.46 (36.90 per l’allieva della Bracco Sofia Frigerio).

Al debutto da junior Melissa Casiraghi (Team A Lombardia, FOTO d'archivio di Davide Vaninetti) sbriciola il PB con l’attrezzo da 4 kg portandolo da 46.32 a 51.33 per vincere la gara Giovanile: anche Noemi Carminati (Bracco), seconda con 45.31, avvicina il personale. Il Team A Lombardia conquista pure il martello Assoluto donne grazie al 46.77 di Marta Radaelli,che precede il 45.00 di Giorgia Tombini (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Nel peso donne, che al pari della gara maschile non è previsto nella finale tricolore del 25-26 febbraio a Rieti, vince Megan Sorti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) facendo già 25 centimetri meglio del 2022: 12.89; con i 3 kg Allieve l’11.08 di Melissa Boldrini (Interflumina è Più Pomì) è secondo dietro all’11.20 di Sandra Mbiokwu (Safatletica Piemonte).

In campo maschile super sfida nel peso con l’attrezzo Assoluto: l’azzurrino 20enne Emmanuel Musumary (CUS Pro Patria Milano) apre con un buon 16.01, Vincenzo D’Agostino (AVIS Barletta) risponde con 16.11 per vincere la gara. Con gli altri attrezzi Carlo Trinchera Lotto (Cento Torri Pavia) si migliora di oltre 40 centimetri nella gara Juniores (6 kg) portandosi a 15.94 e Bryant Emovon (Team Atl. Mercurio Novara) è il migliore con i 5 kg Allievi a 14.14.

Più 14 centimetri sul PB con l’attrezzo da 6 kg per Filippo Arisi (CUS Pavia) nella gara di martello Giovanile: 53.04 (tra gli Allievi  il migliore è Stefano Nespoli/Cremona Sportiva Atl. Arvedi: 44.06); la gara Assoluta è dominata da Gregory Falconi, al debutto con la Bergamo Stars, con 58.51 (secondo l’under 23 Filippo Migliano/OSA Saronno con 49.58).

Capitolo giavellotto, aperto dalla bella vittoria e dal PB avvicinato con 56.04 per Andrea Caselotti (Pro Sesto Atl. Cernusco) nella prova Giovanile: la gara Assoluta equilibrata e viene risolta da Lorenzo Bruschi (OSA Saronno), che si impone con 63.39 davanti al 61.45 di Davide Ballico, al 59.72 di Diego Bruschi (OSA Saronno) e al 58.61 di Tommaso Mojoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni).

La seconda fase regionale, in programma sabato 4 e domenica 5 febbraio,sarà valida anche quale Campionato Regionale Assoluto, Promesse e Giovanile di martello, disco giavellotto.

Cesare Rizzi

Cross per Tutti, in 2000 per l’Apertura a Canegrate

Cross per Tutti, in 2000 per l’Apertura a Canegrate

Torna il Cross per Tutti: il circuito milanese di corsa campestre apre a Canegrate (Milano) con oltre duemila partecipanti (2014, dato ufficioso). Un meritato premio per l’Atletica PAR Canegrate, che raddoppia il numero dello scorso anno del suo Roccolo Cross Country, edizione frenata dal Covid e dalle restrizioni.

Frizzante gara élite maschile con il brianzolo Carlo “Lucio” Bedin davanti al super master Salvatore Gambino, la favorita Sara Gandolfi ha dominato tra le donne davanti alla campionessa in carica Rocio Bermejo Blaya, Davide Delaini ha debuttato tra gli under juniores con una gara tutta di testa, Marcello Rosa è tornato a vincere tra i master over 50 dopo 4 anni di assenza. Piccolo record anche nella gara Ragazzi con ben 209 atleti al via per il Campionato provinciale. Domenica prossima, 29 gennaio, si replica a Cesano Maderno.

GARA ELITE (6 km) – Oltre cento atleti al via di una gara dal pronostico molto aperto. Nel corso del primo giro si staccano i migliori tre del gruppo, ma nell’ultimo passaggio nel bosco il brianzolo di Concorezzo Carlo Lucio Bedin (Team-A Lombardia), 20 anni, cambia marcia e stacca Salvatore Gambino (DK Runners), 43 anni ma maratoneta capace di 2h16 l’anno scorso. Terzo posto per Nathan Baronchelli (Doctorbike Boffalora), primo dei senior, poi Alessio Scarabello (Ondaverde), Karim Bendahou (Pro Sesto), Mattia Grifa (Azzurra Garbagnate), primo degli under 23, Federico Castriovinci (Pro Sesto), Tommaso Grassi (Azzurra Garbagnate), l’ex triatleta professionista Andrea Secchiero (Pol. Movig – M35), Federico Zamò (Team Brianza Lissone). Marco Ferrario (Ondaverde – 21°) vince tra gli M45.

GARA DONNE (4 km) – Pronti, via e Sara Gandolfi (Pro Sesto), 20 anni, saluta la compagnia delle cento e più concorrenti. La brianzola di Seveso accumula vantaggio con il passare dei giri mentre dietro ci si batte per la piazza d’onore. Al traguardo, trenta secondi dopo la Gandolfi, recupera la campionessa in carica Rocio Bermejo Blaya (Friesian Team), migliore delle senior, che supera una combattiva Laura Ceddia (Atletica Vedano), triatleta come la Blaya, prima delle under 23. Greta Cerea (Pro Sesto) è 4° a sorpresa, poi arriva l’infinita Claudia Gelsomino (PMB Bovisio), già tricolore di maratona, master 50 ma ancora capace di battersi alla pari con le ragazzine. Sesta è Antonia Giancaspero (DK Runners – F35), Alessandra Renda (US San Vittore Olona), Giorgia Franzolini (Euroatletica) è ottava alla prima gara da Allieva, poi Martina Cimnaghi (PAR Canegrate), Giulia Bergamin (Team Brianza Lissone). Greta Repossi (Virtus Binasco – 13°) è la migliore delle junior. In gara anche i master over 70, con Giocondo Nezosi (Atletica Paratico) il migliore al traguardo (39°) e il decano del circuito Oscar Iacoboni (Euroatletica 2002), classe 1937, ancora una volta all’arrivo.

UNDER 20 – L’azzurrino degli Europei under 18 Davide Delaini (Euroatletica 2002) debutta tra gli juniores e lo fa da padrone, rifilando 51 secondi a Giacomo Giorgini (Team Brianza Lissone), vera sorpresa di giornata, triatleta e allievo al primo anno. Chiude il podio lo junior Giorgio Lorusso (Team-A Lombardia), poi Daniele Frezzato (CBA Cinisello), Federico Puleo (Azzurra Garbagnate), Lorenzo Patella (Euroatletica 2002), Stefano Roncareggi (Triangolo Lariano) e Alessandro Clima (Pro Sesto).

MASTER OVER 50 – Dove eravamo rimasti? Con la nuova maglia della Daini Carate ecco che torna nel circuito Marcello Rosa, fino a quattro anni fa tra i protagonisti assoluti dei master. Un lungo infortunio per lui, ma un rientro ai massimi livelli. Da M55, sempre davanti a fare il ritmo, mette alla frusta gli avversari e alla fine chiude con 17 secondi di vantaggio. Che tempra. Dietro la spunta Massimo Figaroli (CBA Cinisello – M50) tra gli inseguitori, poi Felice Piantanida (SE Civates), Stefano Bulessi (Circolo Atl. Guardia di Finanza), Andrea Cavalli (Atletica Lambro), Valerio Facciolo (Euroatletica 2002), Franco Talamazzini (Euroatletica 2002), Oscar Balbiani (Atletica Lecco). Giacomo Lia (Marathon Max – 23°) è il migliore degli M60, Michele Di Scioscio (Euroatletica - 32°) quello degli M65.

GARE GIOVANILI – La categoria Ragazzi/e (2010-2011) corre in una prova unica perché assegna il titolo provinciale, gare nell’ordine dei duecento partenti. Al femminile, pochi problemi per la favorita Asia Scimone (Atletica Meneghina), già prima al Campaccio e alla Cinque Mulini. La volata per il secondo posto premia Chiara Terrani (Atletica Desio) su Silvia Boga (Atletica Cesano), poi ci sono Sara Mottadelli (Pol. Besanese), Maddalena Ravà (Atletica Meneghina) e Asia Conti (Azzurra Garbagnate).

Tra i Ragazzi il favorito Fabrizio Lanzini (GSA Brugherio) vince solo al fotofinish su Fabio Giudice (Atletica Riccardi), separati solo da mezzo secondo. Gabriele Saia (Atletica Desio) è terzo, poi Leonardo Maggi (La Fenice), Francesco Lollo (Atletica Cesano) e Paolo Valgattarri (Star Run).

Nella gara Cadette, è vincente la progressione finale di Margherita Anelli (Atletica Meneghina), che si lascia alle spalle Marta Prada (Euroatletica 2002) e la triatleta Lucia Broggini (Team Brianza Lissone). Tra i Cadetti si impone Gianluca Duoccio (Vis Nova Giussano). Che nel finale prevale su Federico Terragni (PBM Bovisio) e Matteo Fanfoni (Atletica Meneghina).

Nelle gare delle categorie Esordienti (2018-2012), oltre 900 atleti al traguardo. Prossima tappa domenica 29 gennaio a Cesano Maderno, sempre in collaborazione degli sponsor Affari & Sport, Mizuno, Proaction e Sport-org.

Davide Viganò

FOTO di Roberto Mandelli

Classifiche: https://www.crosspertutti.it/classifiche/classifiche-2023/

Regionali Indoor, i Salti: Amani Apre con 6.19

Regionali Indoor, i Salti: Amani Apre con 6.19

Lungo e asta sono i piatti forti dei Campionati Regionali indoor nella sessione prevista oggi domenica 22 gennaio a Saronno (Varese), sul rinnovato manto del PalaDozio: in palio i titoli Assoluti e delle categorie Allievi, Juniores e Promesse per il lungo in campo maschile e per entrambe le specialità tra le donne.

LUNGO F Marta Amouhin Amani era la donna più attesa: il bronzo mondiale Under 20 di Cali conferma uno stato di forma già significativo aprendo con tre salti in sequenza da 6.18, 6.19 e 6.15, cui seguono un 5.78, un nullo e un salto interlocutorio. La 18enne portacolori del CUS Pro Patria Milano vince sia il titolo regionale Assoluto sia la maglia di campionessa lombarda Juniores, in entrambi i casi davanti a Giulia Soragna (Atl. Gallaratese): l’eptatleta premiata ieri per il Progetto Talento atterra a 5.76 al primo salto stabilendo il personale indoor. Cinque metri e 61 centimetri è la misura che accomuna la campionessa regionale Promesse Francesca Di Cerbo (Pro Sesto Atl. Cernusco) e la campionessa regionale Allieve Carolina Gelmotto (Atl. Vigevano), argento tricolore Cadette 2022: a decidere il bronzo regionale Assoluto in favore di Di Cerbo è la seconda miglior misura, 5.59 per Francesca e un doppio 5.51 per Carolina.

LUNGO M – Dopo uno sfortunato 2022 il 19enne Leonardo Pini (Cremona Atl. Arvedi) certifica il proprio ritorno in auge: dopo il 7.21 del 15 gennaio a Modena atterra a 7.19 subito al primo salto e ipoteca il titolo regionale Assoluto e l’oro Promesse: ripeterà la misura poi al quarto salto tenendo a bada il piemontese Davide Favro (Atl. Canavesana) a 7.13. Argento e bronzo a livello Under 23 sono entrambi per l’OSA Saronno Libertas padrona di casa, separati da un centimetro: il bronzo tricolore Juniores in sala Emanuele Trento (6.89) e il decatleta campione italiano U23 di decathlon Alessandro Arrius (6.88). Sul podio regionale Assoluto salgono però come da regolamento due atleti delle categorie più giovani autori di misure migliori del tandem Trento-Arrius: secondo è il decatleta Alessandro Carugati (OSA Saronno) con un balzo da 7.02, +14 centimetri sul precedente PB indoor; terza posizione per l’allievo Rocco Martinelli (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), che con un 6.99 al primo turno e un 7.01 alla quarta prova che rappresenta il suo primo blitz in carriera oltre i sette metri (aveva 6.87 outdoor e 6.82 indoor) per precedere il 6.93 di Francis Wamwayi (CUS Pro Patria Milano), anch’egli a un PB che vale l’argento regionale Allievi e il quarto posto Assoluto.pic

ASTA -  Ancora quattro metri per Giada Pozzato: la campionessa regionale Assoluta indoor in carica si conferma regina superando 3.80 e poi 4.00 sempre alla seconda prova prima di fallire tre assalti a 4.15 e vincendo anche il titolo Promesse. A 3.80 approda pure Sofia Barbè Cornalba (CUS Pro Patria Milano), eclettica saltatrice rivelatasi da allieva nell’alto e portatasi da under 23 pure a 5.92 nel lungo e 11.71 nel triplo: per lei l’argento vale un progresso di 10 centimetri sul PB. Fuori concorso per il titolo regionale, Great Nnachi (Battaglio CUS Torino) non vive una giornata brillante: 3.80 alla terza e tre errori a 4.00. Buon momento di forma per Vittoria Radaelli (OSA Saronno), a 3.80 a Canegrate (Milano) domenica scorsa e ora confermatasi con 3.70 per il bronzo regionale Assoluto e l’argento Promesse. L’exploit arriva però dalla classe 2006 dell’Interflumina è Più Pomì: Sara Gaspari e la tricolore Allieve in carica Elena Pezzali salgono “a braccetto” a quota 3.30, 3.40, 3.50 e 3.60, con Gaspari che sigla il PB; a decidere il “derby” in casa casalasca è la misura di 3.65, superata alla prima prova da Gaspari e alla terza da Pezzali: PB per entrambe ma titolo regionale per Sara.

Nell’asta maschile, senza titoli in palio, notevole il 4.60 del nuovo PB di Leonardo Scalon (Battaglio CUS Torino), campione italiano Cadetti 2022 e al primo anno allievo, per precedere il 4.50 dello junior Lorenzo Busana (Pro Sesto Atl. Cernusco) e di Simone Demichelis (Atl. Fossano ’75). Nelle gare Under 16 di gran livello il duello femminile tra Giorgia Bo (CUS Insubria Varese Como) e Aurora Ragusa (100 Torri&Vigevano Atl. Young), con la prima che sale a 3.30 e la seconda che approda a 3.20.

Cesare Rizzi

FOTO di Tommaso Pasetti: in home Marta Amani; qui sopra Rocco Martinelli. Seguirà sulla pagina Facebook FIDAL Lombardia l'album completo. 

TUTTI I PODI

CAMPIONATI REGIONALI ASSOLUTI INDOOR

Asta F: 1. Giada Pozzato (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) 4.00, 2. Sofia Barbè Cornalba (CUS Pro Patria Milano) 3.80, 3. Vittoria Radaelli (OSA Saronno) 3.70.

Lungo M: 1. Leonardo Pini (Cremona Atl. Arvedi) 7.19, 2. Alessandro Carugati (OSA Saronno) 7.02, 3. Rocco Martinelli (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 7.01.

Lungo F: 1. Marta Amouhin Amani (CUS Pro Patria Milano) 6.19, 2. Giulia Soragna (Atl. Gallaratese) 5.76, 3. Francesca Di Cerbo (Pro Sesto Atl. Cernusco) 5.61.

CAMPIONATI REGIONALI PROMESSE INDOOR

Asta F: 1. Giada Pozzato (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) 4.00, 2. Vittoria Radaelli (OSA Saronno) 3.70, 3. Alice Bonetti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 3.40. 

Lungo M: 1. Leonardo Pini (Cremona Atl. Arvedi) 7.19, 2. Emanuele Trento (OSA Saronno) 6.89, 3. Alessandro Arrius (OSA Saronno) 6.88.

Lungo F: 1. Francesca Di Cerbo (Pro Sesto Atl. Cernusco) 5.61, 2. Francesca Mori (CUS Pro Patria Milano) 5.05, 3. Matilde Galbiati (Pro Sesto Atl. Cernusco) 4.77.

CAMPIONATI REGIONALI JUNIORES INDOOR

Lungo M: 1. Alessandro Carugati (OSA Saronno) 7.02, 2. Luca Cinco (OSA Saronno) 6.71, 3. Ulrich Brayan Formentin Tchemeza (OSA Saronno) 6.49.

Lungo F: Lungo F: 1. Marta Amouhin Amani (CUS Pro Patria Milano) 6.19, 2. Giulia Soragna (Atl. Gallaratese) 5.76, 3. Ilaria Oricchio (Team Alto Lario) 5.36.

CAMPIONATI REGIONALI ALLIEVI INDOOR

Asta F: 1. Sara Gaspari (Interflumina è Più Pomì) 3.65, 2. Elena Pezzali (Interflumina è Più Pomì) 3.65, 3.  Chiara Alba (Bracco Atletica) 3.10. 

Lungo M: 1. Rocco Martinelli (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 7.01, 2. Francis Wamwayi (CUS Pro Patria Milano) 6.93, 3. Davide Giardina (Team A Lombardia) 6.71.

Lungo F: 1. Carolina Gelmotto (Atl. Vigevano) 5.61, 2. Gaia Carbone (Team A Lombardia) 5.27, 3. Lisa Maria Caramello (Atl. Monza) 5.20.

Regionali Indoor, i 400: Vaccari Terza U18 All Time

Regionali Indoor, i 400: Vaccari Terza U18 All Time

Terza giornata di Campionati Regionali Assoluti indoor per la Lombardia in quel di Padova: oggi domenica 22 gennaio tocca a 400 metri e marcia.

Sui due giri di pista vincono due atleti reduci dalla consegna di una borsa di studio all’interno del Progetto Talento 2023. Valentina Vaccari (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) strapazza i propri limiti vincendo per dispersione la terza serie (curiosamente davanti a un’altra figlia d’arte, l’emiliana Alessia Baldini): con 55.16 toglie 99/100 al PB indoor (era 56.15) e migliora sensibilmente anche il miglior crono di sempre outdoor (55.62) della bergamasca classe 2006, che sale dal nono al terzo posto delle graduatorie italiane Allieve indoor di sempre. Nella prima serie due protagoniste dei Mondiali Under 20, la semifinalista degli 800m Martina Canazza (Bracco) e la finalista dei 400m ostacoli Alessia Seramondi (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), si erano date battaglia chiudendo rispettivamente a 56.27 e 56.47 (PB): i due crono varranno l’argento e il bronzo. Sotto i 58 secondi scendono anche due juniores classe 2005, Anna Caporali (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con 57.46 (quarta) ed Emma Pizzocheri (Bergamo Stars) con 57.90 (sesta): in mezzo, al quinto posto, il 57.68 di Alessia Brunetti (Bracco).

La gara maschile va come pronosticato a Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946), che domina siglando un già significativo 47.35: con lui sul podio salgono lo junior Matteo Di Benedetto (Team A Lombardia), portatosi a 48.53 per realizzare il proprio miglior crono di sempre in ogni condizione (primo blitz sotto i 49 secondi), e l’under 23 ostacolista Andrea Lardini (Atl. Riccardi Milano 1946), autore di 49.19 (PB indoor) per precedere il binomio dell’Atletica Chiari 1964 Libertas composto da Vanni Akwannor (49.40) e Michele Falappi (49.49).

Nella marcia Under 18 in evidenza: sui 3000m femminili Mariia Anischenko (Bracco) vince con 15:08.15, crono che vale il PB, e la compagna di club Vittoria Merati è terza (17:06.13), con Aurora Moreni, junior della Pro Sesto Atletica Cernusco, che si inserisce all’argento in 16:48.66; sui 5000m titolo regionale per i colori bianchi e viola della PBM Bovisio Masciago grazie ad Alessandro Rebosio, classe 2006, al traguardo in 24:39.51.

Cesare Rizzi

 

FOTO d'archivio in alto: Valentina Vaccari.
FOTO Michele Maraviglia qui sotto: Mario Lambrughi ieri alla Festa dell'Atletica Lombarda con Germano Lanzoni. 

ATL 9004

A Bergamo 60m d'Oro per Rigali e Maccagnola

A Bergamo 60m d'Oro per Rigali e Maccagnola

Sessanta metri piani, 60m ostacoli e salto in alto: è il menù della prima, densa giornata di Campionati Regionali indoor a Bergamo, andata in scena oggi domenica 22 gennaio. 

Mattinata di sprint con i Campionati Regionali Assoluti dei 60 metri indoor: sono Roberto Rigali e la 18enne Anna Maccagnola i re lombardi dello sprint. “Tuona” Rigali per la Bergamo Stars in campo maschile. Il 28enne camuno stampa già in batteria 6.69, per limare di 3/100 un PB collocato a 6.72 sia nel 2019 sia nel 2020: dietro di lui il 6.83 di Eric Marek (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), il 6.90 di Federico Manini (CUS Pro Patria Milano) e il 6.91 di Samuele Rignanese (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). In finale Rigali si conferma correndo in 6.70: Marek si prende l’argento in 6.80, nuovo PB, e alle sue spalle sono i millesimi, a parità di 6.89, a consegnare il bronzo ad Alessandro Malvezzi (Atl. Riccardi Milano 1946) a scapito di Rignanese, con Manini quinto in 6.93 e Mattia Tacchini (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) sesto in 7.01 (6.98 in batteria).ATL 9986

La “stella” della gara femminile è la varesina Vittoria Fontana, tesserata per il CS Carabinieri e non in corsa per il titolo lombardo: la tricolore Assoluta 2021 della specialità apre con 7.54 in batteria e poi scende a 7.46 in finale. Per il titolo lombardo la gara è davvero palpitante e non lesina in progressi cronometrici e sorprese. In batteria cresce l’under 23 Aurora Volpi (Cremona Atl. Arvedi): 7.69 per migliorarsi di 5/100 in un colpo solo e fare meglio di Noemi Cavalleri (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) a 7.71, Anna Maccagnola (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) al PB a 7.72 e la duecentista Sofia Bonicalza (Pro Sesto Atl. Cernusco) a 7.74. La finale sovverte i responsi del primo turno: trionfa la junior Anna Maccagnola con un nuovo personale a 7.68 (meno quattro ulteriori centesimi) davanti a due interpreti di distanze più lunghe come Cavalleri a 7.69 e Bonicalza a 7.70, con Volpi quarta in 7.72 in un serrate finale mozzafiato. Sofia Wieland (CUS Pro Patria Milano) scende a 7.79 ed è quinta davanti alla compagna di club Ilaria Burattin (7.85). Nella finale B vince Gaia Pedreschi (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) in 7.79 sul 7.83 della junior Maddalena Martucci (Bracco).

Nel pomeriggio sempre per i Campionati Regionali Assoluti spazio ai 60m ostacoli dominati dall’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter padrona di casa. Erica Maccherone domina la gara femminile: 8.77 in batteria e 8.73 in finale per battere l’esperta Francesca Cavalli (Pro Sesto Atl. Cernusco) a 9.13 dopo il 9.12 in batteria e la classe 2007 Elisa Valensin (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), 9.15 dopo il 9.13 della batteria, con la junior Elisa Colombani (Forti e Liberi Monza) quarta (9.21). Edoardo Corti sempre per la Bergamo 1959 è il protagonista della gara maschile: al primo anno under 23 Corti batte al fotofinish il compagno di club e campione in carica Federico Piazzalunga con riscontri cronometrici di ottimo livello, l’8.05 del PB di Corti e l’8.07 di Piazzalunga. Ottimo il bronzo con PB di Vittorio Ghedina (Atl. Meneghina), che si migliora fino a 8.12 dopo l’8.16 del miglior crono in batteria, per battere il classe 2003 Riccardo Legnani (CUS Pro Patria Milano, 8.25) quarto e il classe 2001 Fabio Izzo (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 8.30 ma 8.20 in batteria) quinto.

Nel frattempo scorrono anche i Campionati Regionali Assoluti e di tutte le categorie giovanili di salto in alto maschili e femminili. Teresa Maria Rossi (CUS Pro Patria Milano) conquista il settimo titolo lombardo Assoluto della carriera: alla 30enne milanese “basta” un 1.74 superato alla seconda prova per avere ragione di Rebecca Mihalescul (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), salita a quota 1.71. Mihalescul porta a casa il titolo regionale Promesse, condividendo l’1.71 con Francesca Maurino (Sisport): il bronzo regionale Assoluto è di Gloria Polotto (CUS Pavia), che supera 1.68. Serrata la sfida per il titolo regionale Allieve:gi0pese 354 se lo prende Sofia Paganoni (Centro Olimpia Piateda) con 1.61 alla prima mentre Amanda Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) supera la quota al secondo assalto. Stessa misura (1.57) anche per oro e argento Juniores: Emma Fattore (Atl. Meneghina) ci riesce alla prima, Maddalena Scansetti (PBM Bovisio Masciago) alla terza. La gara maschile arride alla "classe" 2005, al primo anno nella categoria Juniores: Luca Brambilla (Pro Sesto Atl. Cernusco) vince con 2.02, nuovo primato personale, per battere Matteo Sioli (Euroatletica 2002), autore di 1.98, per un oro e un argento coincidenti tra classifica Assoluta e gara Under 20. Medaglia di bronzo Assoluta per il decatleta Andrea Caiani (Team A Lombardia), che ottiene il PB indoor a 1.95 e pure il titolo regionale Promesse battendo parità di misura il coscritto (nato nel 2003) Andrea Cesana (Atl. Vedano): missione compiuta alla seconda prova per Caiani e alla terza per Cesana. La maglia di campione regionale Allievi va, con il PB migliorato di 6 centimetri a 1.90 passando per 1.85, a Filippo Bianchini (Atl. Monza), classe 2007, argento tricolore Cadetti a Caorle 2022. 

Cesare Rizzi

FOTO di Michele Maraviglia: in home Roberto Rigali precede Eric Marek, qui sopra Anna Maccagnola. 

FOTO di Giorgio Pesenti: qui a fianco Luca Brambilla; in basso il testa a testa Federico Piazzalunga-Edoardo Corti sui 60m ostacoli maschili, Erica Maccherone al comando dei 60m ostacoli femminili e il podio del Campionato Regionale Assoluto dell'alto femminile.

Seguiranno gli album fotografici completi sulla pagina Facebook FIDAL Lombardia

 

TUTTI I PODI 

CAMPIONATI REGIONALI ASSOLUTI INDOOR

60m piani M: 1. Roberto Rigali (Bergamo Stars) 6.70, 2. Eric Marek (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 6.80, 3. Alessandro Malvezzi (Atl. Riccardi Milano 1946) 6.89.

60m piani F: 1. Anna Maccagnola (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) 7.68, 2. Noemi Cavalleri (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) 7.69, 3. Sofia Bonicalza (Pro Sesto Atl. Cernusco) 7.70.

60m ostacoli M: 1. Edoardo Corti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 8.05, 2. Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 8.07, 3. Vittorio Ghedina (Atl. Meneghina) 8.12.

60m ostacoli F: 1. Erica Maccherone (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 8.73, 2. Francesca Cavalli (Pro Sesto Atl. Cernusco) 9.13, 3. Elisa Valensin (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 9.15.

Alto M: 1. Luca Brambilla (Pro Sesto Atl. Cernusco) 2.02, 2. Matteo Sioli (Euroatletica 2002) 1.98, 3. Andrea Caiani (Team A Lombardia) 1.95.

Alto F: 1. Teresa Maria Rossi (CUS Pro Patria Milano) 1.74, 2. Rebecca Mihalescul (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) 1.71, 3.  Gloria Polotto (CUS Pavia) 1.68. 

CAMPIONATI REGIONALI PROMESSE INDOOR

Alto M: 1. Andrea Caiani (Team A Lombardia) 1.95, 2. Andrea Cesana (Atl. Vedano) 1.95, 3. Damiano Tribbia (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) 1.85.

Alto F: 1. Rebecca Mihalescul (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) 1.71, 2. Gloria Polotto (CUS Pavia) 1.68, 3. Claudia Garletti (Bracco) 1.65. 

CAMPIONATI REGIONALI JUNIORES INDOOR

Alto M: Alto M: 1. Luca Brambilla (Pro Sesto Atl. Cernusco) 2.02, 2. Matteo Sioli (Euroatletica 2002) 1.98.

Alto F: 1. Emma Fattore (Atl. Meneghina) 1.57, 2. Maddalena Scansetti (PBM Bovisio Masciago) 1.57, 3. Costanza Caligiore (Bracco) 1.49. 

CAMPIONATI REGIONALI ALLIEVI INDOOR

Alto M: 1. Filippo Bianchini (Atl. Monza) 1.90, 2. Matteo Costa (Atl. Gallaratese) 1.80, 3. Zaccaria Manchor (Milano Atletica) 1.75. 

Alto F: 1. Sofia Paganoni (Centro Olimpia Piateda) 1.61, 2. Amanda Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter)  1.61, 3. Maria Leda Giacomini (Atl. Monza) 1.57. 

 

Sabato di Indoor e Lanci: Algeri e Gritti Ori sui 1500

Sabato di Indoor e Lanci: Algeri e Gritti Ori sui 1500

Dopo 800m e staffette 4x200 sabato 21 gennaio a Padova è il giorno dei Campionati Regionali indoor per i 1500m. Con la costruzione del nuovo impianto dotato di anello a Brescia all’orizzonte (come ha confermato anche l’onorevole Fabrizio Benzoni alla Festa dell’Atletica Lombarda sempre oggi a Carugate) è Padova a ospitare le prove dai 400 metri in su: il miglio metrico non lesina in sorprese.

La gara maschile vede l’esperienza dei portacolori dell’Atletica Valle Brembana respingere gli arrembaggi dei teenager: il 26enne Danilo Gritti, azzurrino agli Eurojuniores 2015 proprio su questa distanza, svetta nella prima serie stampando 3:52.45, restando a soli sei decimi da un PB indoor realizzato nel 2016; alle sue spalle il compagno di colori in Valle Brembana Manuel Togni (figlio del compianto Franco Togni) si prende l’argento e con 3:55.37 il miglior crono mai corso (meglio anche del 3:56.12 outdoor). Il bronzo è dello junior Elmehdi Bouchouata (Interflumina è Più Pomì) con il PB in sala a 3:57.34 precedendo di un’incollatura Mattia Campi (Pro Sesto Atl. Cernusco) con 3:57.60; completano la top six Ionut Puiu (Atl . Lecco Colombo Costruzioni) quinto (3:59.42) e l’altro junior Alessandro Morotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) sesto (4:00.04).

In campo femminile, nella serie vinta dalla junior piemontese Elena Abellonio (4:35.46) è un’altra under 20 a prendersi il titolo lombardo:  Arianna Algeri (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, FOTO Atleticamente/FIDAL Veneto in alto) batte in un serrato finale la già finalista europea Under 20 degli 800m Sophia Favalli (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) 4:42.59 a 4:43.02 ed è campionessa regionale, con il bronzo di Ilaria Menatti (Bracco) poco più dietro, a 4:44.04. La quarta piazza è appannaggio di Giorgia Valetti (Pro Sesto Atl. Cernusco), vincitrice della seconda serie in 4:47.00, seguita da due under 18 come Rebecca Borgonovo (Bracco, 4:52.94) e Martina Ghisalberti (Atl. Valle Brembana, 4:55.92). Nelle gare padovane non valide come Campionato Regionale di Lombardia Silvia Taini (Brixia Atletica 2014) scende a 8.49 in batteria e 8.51 per vincere la finale con l’under 23 Giorgia Marcomin (OSA Saronno) a 8.58 nel primo turno. Sui 200m 22.24 dello junior Mattia Fedeli (Pro Sesto Cernusco) con un altro under 20 come Kelvy Bruno Okumbor (Virtus Castenedolo) che salta 6.82 in lungo; nell’asta secondo con 5.10 Federico Biancoli (Atl. Riccardi Milano 1946). RISULTATI

Domani domenica 22 gennaio in palio sempre a Padova i titoli lombardi Assoluti di 400m e marcia 5000m tra gli uomini e di 400m e marcia 3000m tra le donne.

LANCI - Apertura destinata al disco a Mariano Comense (Como) nella prima fase regionale di qualificazione ai Campionati Italiani invernali di lanci. Nel Centro Tecnico Regionale di settore, con l’organizzazione dell’Atletica Mariano Comense,  la gara maschile Giovanile con l’attrezzo da 1750 grammi vede risultati tecnici di valore: Stefano Marmonti (SOI Inveruno) sfiora il PB con 52.65 e alle sue spalle crescono il campione italiano Allievi (neojunior) Leonardo Selmani (CUS Pro Patria Milano) con 49.78 e Gioele Tengattini (Atl. Bergamo1959 Oriocenter) con 46.59. La prova Assoluta con i 2 kg applaude il ligure Gioele Buzzanca (Atl. Arcobaleno Savona) vincere all’ultimo con 48.83 sul 48.38 di Paolo Vailati (NA Fanfulla) con Andrea Fassina (Team A Lombardia) con 46.17.

Tra le donne la classe 2001 Megan Sorti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con 39.25 precede la coscritta Clelia D’Agostini (Bracco, 38.74) nella gara Assoluta mentre nel concorso Under 20 è vincente il 38.92 di Luisa Emovon (Team Atl. Mercurio Novara) sul 37.49 di Marta Piantanida (CUS Pro Patria Milano).  RISULTATI

Domani domenica 22 gennaio seconda giornata dalle ore 10:00 con peso, martello e giavellotto. 

Cesare Rizzi

Regionali Indoor/3: Amani Star a Saronno

Regionali Indoor/3: Amani Star a Saronno

Oltre a Bergamo e Padova i Campionati Regionali lombardi indoor andranno in scena anche a Saronno (Varese): il rinnovato PalaDozio ospiterà domenica 22 gennaio le rassegne regionali Assolute e delle categorie Allievi, Juniores e Promesse per lungo uomini, lungo donne e asta donne.

LUNGO DONNE – Sarà sulla carta una domenica consacrata alle teenager. Favorita numero uno è Marta Amouhin Amani (CUS Pro Patria Milano, FOTO in home): dopo il buon test sui 60m piani domenica scorsa a Bergamo il bronzo mondiale Under 20 si riporta in pedana nella propria specialità d’elezione, la gara in cui peraltro vinse un anno fa da 17enne il titolo italiano (e regionale) Assoluto in sala. Amani concorrerà per gli ori Assoluto e Juniores: stesso scenario di Giulia Soragna (Atl. Gallaratese), che nel 2022 da allieva ottenne proprio a Saronno il PB in sala con 5.65. Tra le Juniores da segnalare anche la presenza di Nicole Farina (Interflumina è Più Pomì), di Chiara Santambrogio (Team A Lombardia) e, fuori concorso, della tricolore U20 di 100m e asta Great Nnachi (Battaglio CUS Torino). In chiave Promesse iscritta la triplista Francesca Di Cerbo e della compagna in Pro Sesto Cernusco Sofia Comitani; in pedana pure l’altra piemontese Milica Travar (Ermenegildo Zegna). Tra le Allieve al via Anna Rota (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e la vicecampionessa italiana Cadette in carica Carolina Gelmotto (Atl. Vigevano). Come nel lungo maschile, si svolgeranno tre concorsi tutti con relativa finale: Allieve, Juniores, Promesse/Seniores. La classifica del Campionato Regionale Assoluto verrà stilata tenendo conto dei risultati di tutti e tre i concorsi.

LUNGO UOMINI – L’under 23 Emanuele Trento (OSA Saronno), Christian Iacovone (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e Giulio Panara (Pro Sesto Atl. Cernusco) sono sulla carta i fari di una sfida Assoluta che dovrà tener conto anche del decatleta Alessandro Arrius (OSA Saronno) e di Leonardo Pini (Cremona Atl. Arvedi). Tra gli Juniores spicca il nome di un altro decatleta, Alessandro Carugati (OSA Saronno), e del triplista Kelvy Bruno Okumbor (Virtus Castenedolo), stimolati in pedana dai piemontesi Simone Menchini (Sisport) e Stefano Demo (Atl. Canavesana). Capitolo Allievi: tenzone molto equilibrata con Rocco Martinelli (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Francis Wamwayi (CUS Pro Patria Milano), Davide Giardina (Team A Lombardia) e l’emergente Giulio Mandelli (Pro Sesto Atl. Cernusco).

ASTA – La stella è sicuramente Great Nnachi (Battaglio CUS Torino), in pedana con la campionessa regionale Assoluta in carica Giada Pozzato (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), appena approdata a 4.20. Pozzato è in pole position per i titoli Assoluto e Promesse: principale rivale su entrambi i fronti è Vittoria Radaelli (OSA Saronno), senza dimenticare la senior Sofia Barbè Cornalba (CUS Pro Patria Milano). Per le categorie giovanili attenzione all’Interflumina è Più Pomì con la campionessa italiana Allieve Elena Pezzali, l’altra under 18 Sara Gaspari e la junior Ilaria Testa: attesa tra le Allieve anche il bronzo tricolore Cadette 2022 Chiara Alba (Bracco). Nella gara di contorno maschile iscritti lo junior Lorenzo Busana (Pro Sesto Atl. Cernusco) e Alessandro Arrius (OSA Saronno).

TUTTE LE INFO SU SARONNO

CASTENEDOLO – Gran voglia di indoor e di salti in estensione nel Bresciano con 200 iscritti (in maggioranza Cadetti/e) nelle gare del meeting regionale organizzato dalla Virtus Castenedolo a Castenedolo (Brescia). Spazio al lungo per gli Under 16 e al triplo per Cadetti/e e per il settore Assoluto: il club padrone di casa sfoggerà i propri uomini di punta, tra i quali il campione italiano Promesse Tommaso Reffo e l’azzurrino Filippo Valotti. TUTTE LE INFO SULLA MANIFESTAZIONE

Cesare Rizzi