Presentata la Monza Montevecchia EcoTrail

Presentata la Monza Montevecchia EcoTrail

È stata presentata oggi lunedì 11 marzo presso il Palazzo Pirelli la dodicesima Reale Mutua Monza Montevecchia Eco Trail (Reale Mutua MOMOT), gara di 33,5 km riconosciuta ed inserita nel calendario ufficiale FIDAL, che torna domenica 19 maggio grazie al costante impegno della società organizzatrice Monza Marathon Team, in collaborazione con Società Alpinisti Monzesi (S.A.M.).

Al vernissage era presente il presidente del Comitato Regionale FIDAL Lombardia Gianni Mauri: “Sono molto orgoglioso di assistere al rinnovo della tradizione di questa gara che dà lustro al territorio e ne mette in luce i talenti e attraverso la quale si rinnova l’impegno di Monza Marathon Team nella solidarietà”.

Sono intervenuti anche:
Federico Romani, Presidente del Consiglio regionale: “La Monza-Montevecchia è una corsa per donne e uomini coraggiosi che trasmette un forte messaggio di promozione dell’atletica e, più in generale, dei valori dello sport sul territorio brianzolo. È una gara da vincere prima di tutto con la testa, in cui occorre determinazione e costanza, poiché si riesce ad arrivare fino in fondo solo se si ha ben presente l’obiettivo. E questo è il più bel messaggio che lo sport possa dare. Un’esperienza riservata solo a ‘super atleti’, sia per lo straordinario impegno fisico richiesto sia per l’approccio mentale. Ma non è solo uno importante evento sportivo. È un’esperienza straordinaria, capace di unire, in un mix inedito, sport e ambiente, sostenibilità e scoperta del territorio. La presenza di centinaia di atleti provenienti da tutta la regione e anche da fuori è, infatti, un importante traino per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio, per far conoscere da vicino i paesaggi, i monumenti e i luoghi della nostra terra in un percorso che si snoda attraverso i territori di otto Comuni brianzoli”.

Viviana Guidetti, Assessore Biblioteche, Sport e manutenzione impianti sportivi Comune di Monza: “La Reale Mutua Monza Montevecchia EcoTrail si conferma una delle competizioni più green nel calendario dei corridori più appassionati e anche per questo particolarmente attesa. Il percorso proposto agli atleti si distingue per il pregio paesaggistico: la partenza dentro il nostro Parco e poi di corsa fino alle prime colline della Brianza regala alle tenaci coppie di atleti scorci suggestivi che ripagano un po’ dalla fatica della competizione. Un sentito grazie va agli organizzatori, ai volontari e agli atleti che anche quest’anno vorranno cimentarsi nella sfida, tappa immancabile del Trofeo Monza Corre, impreziosita dal valore dei progetti solidali sostenuti.”

Ivan Pendeggia, Sindaco del Comune di Montevecchia: “Siamo orgogliosi di proseguire la collaborazione con questa prestigiosa manifestazione, ormai un punto di riferimento per gli amanti del trail running e per tutti coloro che desiderano immergersi nella bellezza del nostro territorio. La Reale Mutua Monza Montevecchia EcoTrail rappresenta non solo un importante evento sportivo, ma anche un’occasione per promuovere i valori di rispetto per l’ambiente e di attenzione al sociale che da sempre caratterizzano la nostra amministrazione. Negli ultimi anni grazie al generoso contributo degli sponsor e dei partecipanti, la Reale Mutua Monza Montevecchia EcoTrail ha devoluto importanti somme a favore di diverse realtà del territorio. Quest’anno, in continuità con la tradizione, i fondi raccolti saranno destinati alla realizzazione di un parco giochi inclusivo nell’area di arrivo della gara, un nuovo spazio di aggregazione e divertimento per tutti i bambini.”

Luca PancirolliPresidente Monza Marathon Team: "Ringrazio tutte le autorità che sono in sala, ringrazio per l'ospitalità che ci è stata concessa in questa sala per presentare la nostra manifestazione. Siamo orgogliosi di essere gli organizzatori di eventi che hanno come mission anche la solidarietà, proprio grazie a questo evento raggiungeremo la quota di donazioni per 300mila Euro, Monza Marathon Team è l'unica società lombarda che rinnova di anno in anno questa vocazione solidale. L'evento e la solidarietà che ne deriva sono frutto della collaborazione con il territorio, in particolare Società Alpinisti Monzesi, Runner Desio, City Angels oltre agli sponsor e ai nostri 150 volontari che collaborano e ci sostengono."

“Siamo lieti di sostenere la Reale Mutua Monza Montevecchia EcoTrail 2024 poiché riconosciamo l'importanza dello sport come prima forma di prevenzione per la propria salute - dichiara Michele Quaglia, direttore commerciale e brand di Reale Group -. Inoltre, siamo a fianco di realtà sportive locali e nazionali, poiché crediamo che siano un prezioso veicolo di valori positivi e coesione sociale. Ci auguriamo quindi che questo evento podistico trasmetta partecipazione e benessere lungo tutto il tragitto da Monza a Montevecchia.”

Presenti in sala anche i Consiglieri regionali Alessandro CorbettaGiulio GalleraFabrizio Figini, l’Assessore alla Casa e Housing sociale Paolo Franco, i rappresentanti di Barth Italia Onlus e Brianza per il Cuore, Ruggero Zecca, Agente Reale Mutua Assicurazioni Monza Brianza e socio del Monza Marathon Team, e Luca Banzato Trade Marketing ed Eventi Reale Mutua.

Durante la presentazione, il Presidente del Consiglio regionale Federico Romani ha consegnato agli organizzatori un riconoscimento per l’impegno solidale della società sul territorio. 

Non hanno potuto presenziare ma hanno voluto partecipare con un saluto:
Lara Magoni sottosegretario con delega allo sport - Regione Lombardia: “
Uno scenario unico per una gara unica, entrata nel cuore di tantissimi appassionati lombardi. È sempre emozionante quando sport e ambiente riescono a marciare, in questo caso correre, insieme e nella stessa direzione. La Reale Mutua Monza Montevecchia Eco Trail rappresenta il connubio perfetto di questi elementi, reso ancor più speciale dalle iniziative di solidarietà che la manifestazione sostiene e promuove da sempre. Lo sport è uno strumento straordinario per veicolare messaggi importanti e unire le persone in qualcosa di speciale e fondamentale come aiutare chi è rimasto indietro. La MOMOT si affronterà in coppia e questo aspetto rimarca il valore dell’altro, di chi ci sta accanto ed è uno spot per l’altruismo e la visione di insieme di cui, oggi più che mai, la nostra società necessita. Una corsa ricca di significati e buoni propositi che Regione Lombardia apprezza e sostiene. Un grazie sentito agli organizzatori della manifestazione sportiva, alla Fidal, a tutte quelle figure che per mesi lavorano alla realizzazione e ai volontari, figure insostituibili per lo sport e non solo. Infine, un grande in bocca al lupo a tutte le atlete e gli atleti che parteciperanno il 19 maggio, alla 12^ Reale Mutua Monza Montevecchia Eco, sono sicura che ce la metterete tutta per superarvi e chi dà tutto, vince sempre. Viva lo sport!

Bartolomeo Corsini, Direttore Generale Reggia e Parco di Monza: “La Reggia di Monza è lieta di ospitare la partenza della gara podistica a coppie 12^ Reale Mutua Monza Montevecchia Eco Trail promossa dall’Associazione Monza Marathon Team ASD. Come i grandi viaggiatori dei Grand Tour, i partecipanti potranno apprezzare le bellezze paesaggistiche del territorio brianteo, in uno tar gli eventi più attesi per gli appassionati. Una gara diventata ormai una tradizione per il nostro territorio, che annualmente accende i riflettori sui valori dello sport in relazione ai Progetti solidali sostenuti dall’Associazione. Un’importante sinergia che riflette gli obiettivi e le finalità su cui si sviluppano le attività della Reggia dove fruizione culturale, paesaggistica e sportiva si sposano per una piena valorizzazione del complesso monumentale della Villa Reale, dei Giardini Reale e del Parco.”

LA GARA – L’evento, al via domenica 19 maggio, nasce da una grande classica del podismo brianzolo degli anni ‘70 ed ’80 e si configura come una gara riservata a 220 coppie di atleti, oltre ad alcune wild card, con partenza dallo splendido scenario della Reggia di Monza ed arrivo a Montevecchia, lungo sentieri che attraversano il Parco Reale di Monza, il Parco dell’Alta Valle del Lambro ed il Parco Regionale di Montevecchia e della Val Curone, su un tracciato prevalentemente off-road che sposa il concetto “eco”, di rispetto per l’ambiente. Partenza in modalità "rolling start", con il temutissimo "cancello crario" di 3 ore, al km. 26 del percorso e tempo massimo di 4 ore e 15 minuti, per raggiungere il traguardo.

In qualità di organizzatori, essendo anche dei runner, siamo molto attenti alle esigenze degli atleti, per questo lavoriamo perché la gara si svolga al meglio e ciascuno possa averne un buon ricordo, anche attraverso il pacco gara che consegniamo ai runner, ricchissimo di gadget che ci vengono forniti dai nostri sponsor. Per la prima volta abbiamo deciso di premiare la fedeltà e offrire alle coppie che abbiano già partecipato una tariffa speciale.”, ha detto Andrea Galbiati, vicepresidente di Monza Marathon Team. “Quest’anno abbiamo in serbo una piccola sorpresa che riguarda il percorso, siamo sicuri che i nostri atleti la apprezzeranno”, il commento di Marco Valsecchi, Consigliere di Monza Marathon Team e Direttore di gara.

IL PERCORSO – Partenza dalla scenografica Reggia di Monza; le coppie in gara, dopo la passerella inziale sulla scalinata della Villa, attraverseranno il Parco di Monza per poi proseguire lungo il Parco dell’Alta Valle del Lambro, il Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone e ben 8 Comuni (Monza, Biassono, Macherio, Triuggio-Canonica, Casatenovo, Lomagna, Missaglia e Montevecchia), prima di giungere al Centro Sportivo di Montevecchia, dopo un suggestivo passaggio dalla piazzetta in “città alta”. L’intero tracciato misura circa 33,5 km e presenta un dislivello positivo di 700 mt. Lungo il percorso i runner troveranno due speciali rilevamenti cronometrici, con premiazioni ad hoc, il GP della Velocità “Saugella” nel tratto più veloce del tracciato, tutto su asfalto, dalla partenza e fino all’uscita del Parco di Monza (di circa 5 km.), e l’impegnativo GP della Montagna “Vetraria Cogliati”, durissima cronoscalata verso Montevecchia “alta”, posizionato al 26° km e con arrivo in Piazzetta. Gli organizzatori quest’anno cercheranno di sorprendere i partecipanti con una “sorpresa” a Montevecchia, che sarà svelata nelle prossime settimane.

TROFEO MONZA CORRE – La 12^ Reale Mutua Monza Montevecchia Eco Trail insieme a Run For Life 21Km, 10K di Monza, Monza-Resegone e Monza21 Half Marathon, fa parte del “Trofeo Monza Corre”, prestigioso riconoscimento ideato dal Comune di Monza per premiare i migliori runner / società sportive del territorio.

SOLIDARIETA’ – Come tradizione, tutti gli eventi organizzati dal Monza Marathon Team, hanno il tema della solidarietà ad affiancare quello sportivo. Negli anni, Monza Marathon Team ha raccolto e devoluto oltre 290mila € per numerosi e concreti progetti solidali del territorio. Per questa 12° edizione, MOMOT sosterrà, con parte delle quote di partecipazione, tre diversi progetti a favore di Barth Italia OnlusBrianza per il Cuore e del Comune di Montevecchia.  

La missione di Barth Italia Onlus è salvare vite attraverso l’informazione e trovare una cura per la Sindrome di Barth, una malattia genetica rara che colpisce i maschi e che si manifesta principalmente con: cardiomiopatia dilatativa, episodica o cronica; neutropenia ed immunodeficienza; affaticamento severo e seria debolezza muscolare; difficoltà di crescita e problemi di apprendimento. Grazie alla diagnosi precoce, all’educazione delle famiglie e al costante monitoraggio ed i trattamenti di supporto, la mortalità infantile è stata altamente ridotta ed il futuro dei ragazzi è divenuto più luminoso.

Nata nel 1995, Brianza per il Cuore è una onlus con la mission di promuovere e coordinare tutte le iniziative sociali e sanitarie rivolte a prevenire e combattere le malattie cardiovascolari Onlus. Gli obiettivi di Brianza per il Cuore sono, principalmente, ridurre la mortalità e migliorare la qualità di vita dei pazienti con patologia cardiovascolare acuta e promuovere l’organizzazione di interventi di pronto soccorso cardiologico in collaborazione con le strutture pubbliche cittadine. Il nuovo progetto, sostenuto da MOMOT, è denominato “Per il cuore del bambino”, a sostegno di diagnosi e cura del bambino cardiopatico presso l’Ospedale San Gerardo di Monza.

Da ultimo il contributo solidale a favore del Comune di Montevecchia sarà destinato all’ ultimazione del progetto di un parco giochi inclusivo, fruibile anche da persone con limitata capacità motoria, posto nell’area che vede l’arrivo della corsa e già sostenuto nelle ultime due edizioni della gara.  

ARTE E SPORT – Rinnovata anche la tradizione che suggella il connubio arte e sport, da sempre considerato un elemento imprescindibile di questo evento. Felice Battiloro, eclettico artista monzese che si esprime attraverso la pittura di opere astratte contemporanee e concettuali, ha realizzato l’opera per questa 12° edizione. Il quadro appositamente creato da Battiloro, che sarà consegnato alla prima coppia assoluta e farà da sfondo al pettorale di gara “da collezione”, si intitola “Rallenta e amati”. Nel dipinto ad olio è raffigurata una donna che ha gli occhi velati, sullo sfondo il colore dell’acqua che scorrendo trasforma gli ostacoli sul percorso in elementi che ne fanno parte, un simbolismo che vuole nutrire il concetto che ciò che accade nella vita entra a far parte dei percorsi di ciascuno. L’opera, come racconta il titolo, rievoca il concetto che tutti possono vincere, dedicando del tempo per amarsi. “Ho voluto dedicare alla coppia più veloce un premio che invita a riflettere su come godersi i momenti e rallentare, specialmente per le coppie, sia sempre più difficile ma necessario per volersi bene”, le parole dell’artista Felice Battiloro. 

VOLONTARI E COLLABORAZIONI – La buona riuscita della manifestazione è da sempre anche legata alla numerosa e rumorosa presenza degli oltre 100 volontari lungo il percorso, che sosterranno come sempre gli atleti in gara. A loro è dedicata l’ambita t-shirt “STAFF”, realizzata ogni anno dal partner tecnico Affari&Sport di Villasanta, da sempre al fianco di MOMOT. Confermate anche per questa edizione le preziose collaborazioni con Runners Desio, Cooperativa Lambro, City Angels Monza, Fisar Monza e Brianza, Iscos Formazione Monza e ARI – Ass. Radioamatori Italiani sez. di Monza. “Sono sempre felice di collaborare con eventi che interessano il territorio” – ha detto Michele Cecotti, titolare di Affari&Sport. “Essere al fianco di Monza Marathon Team è anche un piacere per l’amicizia che mi lega a questa società. Faccio il mio in bocca al lupo a tutti”.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni apriranno alle ore 8.00 del 12 marzo per le sole coppie finisher dell’edizione 2023 alle quali è riservata la quota speciale di € 110,00/coppia fino al 19 marzo. Le iscrizioni saranno poi aperte a tutti, dal 20 marzo al 20 aprile, con la quota di € 120/coppia. Dal 21 aprile, in caso di pettorali residui, la quota di iscrizione salirà ad € 130/coppia. Numero massimo di coppie 220, oltre ad alcune wild card riservate dal Comitato Organizzatore a sponsor / atleti di rilievo nazionale. Per ogni iscrizione, MOMOT devolverà € 55,00 a sostegno dei tre progetti solidali sposati per questa edizione e, come consuetudine, i bonifici solidali saranno eseguiti e pubblicati sul sito dell’evento prima dello “start”. CLICCA QUI per iscriverti.

(foto e testo da comunicato organizzatori)

Brescia: Sommi e Bottarelli Urrà nella Tempesta

Brescia: Sommi e Bottarelli Urrà nella Tempesta

Vento di passione. Ancora più forte di quello che ha soffiato, fortissimo, su Brescia domenica 10 marzo. È quello dei quasi 8.000 runner che hanno comunque deciso di esserci e di correre la 22esima edizione della Gruppo Bossoni Brescia Art Marathon. Una passione esaltante e indomita la loro, perfettamente rappresentata dai sorrisi con cui si sono presentati in piazza della Loggia per tagliare quel traguardo più sospirato che mai.

Maratoneti della 42k e della 21k, ma anche runner della 10k, la BCC Brescia 10k competitiva e la Sportland Easy Run 10k non competitiva, qualunque fosse il loro obiettivo, si sono trovati d’accordo: quella di oggi è stata una sfida con la S maiuscola, che ha temprato e sicuramente ha dato tanto: tanta fatica, ma anche tanto orgoglio. Nella maratona si confermano campioni i bresciani Davide Angilella ed Eva Grisoni. Nella mezza maratona vittorie di Mattia Gianola e Sara Bottarelli. Nella BCC Brescia 10k i più veloci sono Pietro Cambianica e la tricolore di maratona 2022 Giulia Sommi.

Il vento, accompagnato da pioggia, purtroppo, ha invece costretto gli organizzatori dell’ASD Rosa Running Team ad annullare la Family Walking.

«Oggi hanno vinto tutti – ha dichiarato Alessandro Cantoni, Assessore allo Sport del Comune di Brescia –, questa maratona è entrata nel cuore di tanti e oggi ne abbiamo avuto una prova schiacciante. Complimenti per la passione e la resilienza.»

Presente anche la Sindaca, Laura Castelletti, che dopo l’Inno di Mameli intonato dalla cantautrice bresciana Elodea ha dato il via a maratona e mezza maratona: «Ho visto tanti atleti scaldarsi per le vie del centro storico prima della partenza, è stato davvero emozionante. Sono orgogliosa che quella della nostra città sia l’unica maratona al mondo a unire sport, beneficenza e arte.»

 «Mi associo ai complimenti dell’Assessore allo Sport e della Sindaca verso tutti i runner, che hanno deciso di colorare, come solo loro sanno fare, anche questa edizione. Il nostro grazie va anche a tutti i volontari sul percorso, che hanno saputo sopportare vento e pioggia e supportare, ancora di più oggi, tutti i partecipanti. Sono il nostro valore aggiunto, ancora bravi», le parole di Loretta Pagliarini, responsabile del team organizzativo.

I bresciani Davide Angilella (Atletica Franciacorta Oxyburn) in 2:34’12” ed Eva Grisoni (Atletica Paratico) in 2:58’59” si sono confermati re e regina della BAM 42k. Per lui è il secondo successo consecutivo, per lei il terzo. Nella BAM 21k i più veloci sono stati il valtellinese Mattia Gianola (Team Valtellina) in 1:11’38” e la bresciana Sara Bottarelli (FreeZone) in 1:16’17”, nella BCC Brescia 10k vittoria del bergamasco Pietro Cambianica (Atletica Valle Brembana) in 33’02” e della milanese, campionessa italiana di maratona 2022, Giulia Sommi (CUS Pro Patria Milano) in 37’18”.

BAM 42K, MARATONA – Per lei è stato un tris, per lui un bis: Eva Grisoni è sempre di più la regina indiscussa della BAM. Mai nessuna prima di lei è riuscita a vincere per tre volte la maratona bresciana. Tre vittorie consecutive, tra l’altro: nel 2022, 2023 e 2024. Oggi il suo tempo è stato di 2:58’59”. L’atleta bresciana dell’Atletica Paratico, che spazia dalle gare su strada a quelle in montagna al triathlon, ha così commentato il suo terzo successo: «Questo, tra i tre, è stato quello più sofferto e quindi anche il più bello. Il vento? Un succhia energie. Ringrazio un atleta, o megli un angelo, purtroppo non conosco il suo nome, che mi ha aiutato tantissimo soprattutto a livello mentale. Dedico questo primo posto ai volontari sul percorso, senza di loro non potremmo scrivere queste bellissime pagine di sport». Francesca Ferraro (Emozioni Sport Team) ha brindato alla seconda piazza in 3:10’53”, Chiara Bonassi (Atletica Paratico) alla terza in 3:18’08”.

Davide Angilella, bresciano dell’Atletica Franciacorta Oxyburn, ha bissato la vittoria dello scorso anno tagliando il traguardo in 2:34’12”, davanti a Luca Girelli (Atletica Falegnameria Guerrini), alla sua seconda maratona, che ha chiuso in 2:36’32”, e il triatleta Mattia Ceccarelli (Polisportiva Losa), terzo in 2:38’23” e che ha deciso di testare, sulle strade di Brescia, il suo stato di forma in preparazione dell’IRONMAN Texas del prossimo 27 aprile.

«Sono molto emozionato – ha esordito Davide Angilella –, dopo il 35° km è stato letteralmente brutale. Soffiava un vento fortissimo, contrario, che non permetteva di avanzare. I primi 13 km li ho corsi con gli atleti della mezza maratona, poi ho proseguito da solo.»

BAM 21K, MEZZA MARATONA – Tra gli uomini a firmare la mezza maratona è stato Mattia Gianola (Team Valtellina) in 1:11’38”. Hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione Luca Boninsegna (Sportclub Merano), atleta di corsa in montagna e all’esordio sulla distanza, sulla finish line in 1:13’18” e Matteo Tengattini (Atletica Paratico) in 1:14’27”.

«È stata la mia prima volta a Brescia, quindi meglio di così non sarebbe potuta andare. Peccato per il vento, anche se non nego che mi sono pure divertito, è una gara bellissima, ci tornerò. In alcuni tratti è stato impossibile tenere il ritmo, a un certo punto non ho più guardato il cronometro, l’unica cosa che mi importava era vincere», ha detto il valtellinese Mattia Gianola.

In campo femminile l’azzurra di corsa in montagna Sara Bottarelli (foto in home), bresciana di Gardone Valtrompia e tesserata per la FreeZone, con il tempo di 1:16’17” ha avuto la meglio su Alessia Scaini (A.S. Valchiese), seconda in 1:21’18”, e Andrea Schweigkofler (Sportclub Merano), terza in 1:21’22”.

«Complimenti a tutti gli atleti che hanno deciso di partire stamattina, non è da tutti. Ho visto tanti ragazzi in carrozzina accompagnati dagli spingitori, mi hanno regalato emozioni fortissime. Non mi sono mai trovata a gareggiare con queste condizioni atmosferiche, la corsa in montagna la si pratica in estate. Dedico questa gara alla mia squadra, oggi eravamo 60 alla partenza» ha affermato Sara Bottarelli, che l’anno scorso si era aggiudicata la 10k.

Il campionissimo di ultramaratona Giorgio Calcaterra ha terminato la sua fatica in 1:21’22”.

BBC BRESCIA 10K – Sono stati loro a inaugurare il traguardo in piazza della Loggia: Pietro Cambianica (Atl. Valle Brembana) e Giulia Sommi (CUS Pro Patria Milano), che si sono così aggiudicati la BCC Brescia 10k. In campo maschile, dietro il bergamasco, che ha chiuso la sua gara in 33’02”, ben quattro atleti si sono giocati le altre due posizioni del podio, definito da… centesimi. Stefano Goffi (Polisportiva G.B. Vighenzi) è giunto secondo, Riccardo Marino (C.T.L. 3 Atletica) terzo e Michele Massetti (Libertas Vallesabbia) quarto, tutti con un tempo ufficiale di 33’06”.

«Bella gara, molto tosta, peccato il troppo vento – ha dichiarato Pietro Cambianica –, il percorso è vivace, stimolante. All’inizio abbiamo proceduto in gruppo, poi ho cercato di guadagnare metri preziosi, per fortuna nella seconda parte il vento era a favore.»

Giulia Sommi, campionessa italiana di maratona 2022, ha fermato il cronometro a 37’18”, davanti a Cristina Cotelli (Atletica Paratico), seconda in 38’25”, e Alessia Brambilla, sua compagna di team e terza in 38’31”: «Sono contenta, prima di tutto, di aver portato a termine questa gara. È stato un ottimo allenamento in vista della mezza maratona di Reggio Emilia di domenica prossima. La maratona? Forse una a fine aprile, non ho ancora deciso».

22 VOLTE PRESENTE – Nicola Federici, portacolori dell’Atletica Rodengo Saiano Mico, è l’unico maratoneta ad aver corso tutte e ventidue le edizioni della BAM. Oggi ha tagliato il traguardo dopo 3:10’29”: «Il mio obiettivo era di stare sotto le tre ore, ma con questo vento mi accontento eccome. E a proposito di vento, dovremmo sempre ricordare che quando è a favore è amico, perché ti fa letteralmente volare, quando è contro è comunque amico perché allena. E oggi, per me, ma penso per tutti, è stato un grande allenamento.»

EDIZIONE 2024: NON È ANCORA FINITA – Una serata tutta per loro, per chi ha conquistato il podio assoluto e di categoria della 22^ Brescia Art Marathon. Si terrà a Palazzo Loggia e nei prossimi giorni verrà definita la data. Il maltempo, infatti, non ha permesso di far salire sul podio i premiati al termine della competizione di oggi. 

UN DOVEROSO RINGRAZIAMENTO
Al Comune di Brescia 
per il grande riconoscimento in termini di disponibilità e servizi essenziali messi a diposizione della manifestazione e alla Polizia Locale che da sempre è al fianco di BAM con la presenza di importante di decine di agenti coinvolti sin dalle prime ore del mattino. L’ASD Rosa Running Team ringrazia inoltre tutti coloro che scendendo in campo al fianco di BAM ne condividono obiettivi e valenze e contribuiscono così alla costruzione di una grande manifestazione. E

(foto di Giiorgio Baruffi, testo da comunicato organizzatori)

Domenica con Frigerio e Brescia Art Marathon

Domenica con Frigerio e Brescia Art Marathon

Dopo l’apertura a Bovisio Masciago (Monza Brianza) lo scorso 25 febbraio, in una prova valida anche quale Campionato Regionale di marcia su strada, il 53esimo Trofeo Ugo Frigerio vivrà il proprio secondo round a Casalmaggiore (Cremona) con la consueta mano organizzativa dell’Atletica Interflumina è Più Pomì di Carlo Stassano. Previste le consuete distanze del trofeo intitolato al tre volte campione olimpico negli Anni Venti: 5 km per il settore Assoluto maschile e femminile e per la categoria Allievi/e, 4 km per i Cadetti, 3 km per le Cadette, 2 km per Ragazzi e Ragazze e 1 km per le categorie Esordienti.

CORSE SU STRADA

BRESCIA ART MARATHON – La Brescia Art Marathon vivrà domenica 10 marzo la propria 22esima edizione della BAM sulle tre distanze competitive che hanno fatto innamorare tutto il mondo del running: maratona (42,195 km), mezza maratona (21,097 km) e 10 km. Ma già da sabato 9 i runner diventeranno gli assoluti protagonisti della manifestazione.

 LE PARTENZE A inaugurare la 22^ edizione della BAM, domenica 10 marzo, saranno la maratona con i suoi 42,195 km e la mezza maratona da 21,097 km, che partiranno da via S. Faustino (parte sud) alle 8.30. La BCC Brescia 10k prenderà il via da via X Giornate, sempre alle 8.30. Il traguardo di tutte e tre le gare sarà nel cuore di Brescia, in piazza della Loggia. Domenica 10 marzo si svolgeranno anche la Sportland Easy Run 10k, che partirà alle 8.50 e ricalcherà il percorso della competitiva, e la Family Walking di 5 km, il via alle 10.00 di domenica da piazza del Mercato. Sabato 9, a Campo Marte, spazio ai più piccoli con la Tomorrow Runners, corsa ludico-motoria dedicata agli alunni delle classi IV e V delle scuole primarie della città.

GLI APPUNTAMENTI DI SABATO 9 MARZO – L’ASD Rosa Running Team continua, così, la tradizione: anche quest’anno la vigilia della BAM sarà ricca di incontri. Sabato 9 marzo, presso il Marathon Village in piazza del Mercato, oltre a scoprire le novità delle aziende partner e numerose gare amiche, sarà possibile per tutti i maratoneti incontrare il campionissimo di ultramaratona Giorgio Calcaterra che, presente allo stand di EthicSport, azienda leader nel settore degli integratori sportivi di cui l’ultramaratoneta è ambassador, salirà sul palco alle 11.00 e alle 17.00 per rispondere alle domande dello speaker ma soprattutto a quelle dei runner. I maratoneti si troveranno fianco a fianco a “Re” Giorgio anche domenica 10, quando si schiererà al via della BAM21k. Sulle strade di Brescia infatti testerà il suo stato di forma in vista della Acea Run Rome The Marathon, che si disputerà la domenica successiva, il 17 marzo.

In calendario c’è inoltre un altro appuntamento, pensato e organizzato per rendere “l’esperienza BAM” ancora più coinvolgente: sempre presso il Marathon Village alle 15.30, Huber Rossi, responsabile Valutazione Funzionale del Marathon Sport Center di Brescia e preparatore atletico, e la dottoressa Sara Campagna, specialista in medicina dello sport e nutrizione sportiva del Marathon Medical Center, incontreranno i maratoneti per parlare con loro e rispondere alle loro domande.

I PERCORSI I tracciati della maratona, mezza maratona e 10 km sveleranno ai maratoneti tutte le anime di Brescia: quella storica, con i resti romani, i monumenti, i musei, gli archi e le piazze, ma anche quella industriale e verde, che porterà a correre i runner nelle zone più periferiche, ma non per questo meno affascinanti, della città e lungo le piste ciclabili.

«Tutti e tre i percorsi in linea di massima non presentano alcun tratto molto impegnativo. Maratona e mezza maratona hanno in comune i primi 15 km – spiega Raffaello Alliego, direttore di gara della BAM –, che sono in leggerissimo saliscendi. Dopo la partenza in lieve salita al 7° km i runner arriveranno a Mompiano, la zona dello stadio, a nord della città. Da lì cominceranno a scendere; si tratta comunque sempre di saliscendi quasi impercettibili. Dopo il 15° km la maratona entrerà nel territorio di Cellatica lungo La Fantasina, in cui è presente un piccolo strappetto. Effettuato il giro di boa, si tornerà sulle strade di Brescia passando dal villaggio Badia lungo un tracciato pianeggiante. Nell’ultimo tratto, a cominciare da viale Bornata e viale Venezia, si tornerà a salire, sempre lievemente. Al 38° km si passerà davanti al museo delle 1000 Miglia, per poi proseguire verso il centro storico: si transiterà per via Musei e, dopo aver ammirato i resti romani del Capitolium, si entrerà in pieno centro attraverso l’arco del Broletto. Ci si ritroverà nell’imponente piazza Paolo VI con il Duomo Nuovo e il Duomo Vecchio. A quel punto mancheranno 700 metri al traguardo di piazza Loggia.»

«La mezza maratona, una volta staccatasi dalla maratona, proseguirà il suo cammino lungo le piste ciclabili, uno dei fiori all’occhiello della città, che da più di qualche anno a questa parte si è mostrata molto attiva e responsabile verso l’ambiente e la salute dei cittadini. L’ultimo chilometro è quello della maratona e l’arrivo è sempre in piazza della Loggia.»

«Il percorso della BCC Brescia 10k è stato modificato leggermente rispetto a quello della scorsa edizione: partirà da via X giornate e si svilupperà interamente per le strade del centro cittadino con il traguardo sempre in piazza della Loggia.»

(da comunicato organizzatori)