Regionali Master: 2° Round Indoor a Padova

Regionali Master: 2° Round Indoor a Padova

Dopo le 140 medaglie conquistate dai club lombardi ai Campionati Italiani tra cross, indoor e lanci invernali, le categorie Master torneranno protagoniste con il secondo e ultimo weekend consacrato ai Campionati Regionali Master indoor. La due giorni di Casalmaggiore (Cremona) del 27-28 gennaio verrà idealmente completata a Padova dall’assegnazione dei titoli lombardi delle gare di corsa sull’anello: sabato 9 marzo i 400m e i 1500m, domenica 10 marzo 200m, 800m, 3000m, marcia 3000m e staffetta 4x200, tutto sempre sia al maschile sia al femminile. TUTTE LE INFO SU PADOVA

Sabato 9 marzo a Cassino (Frosinone) previsti i Campionati Italiani Master di staffette di cross: iscritti Gruppo Alpinistico Vertovese, Atletica di Lumezzane, Atletica Paratico e Daini Carate Brianza in campo maschile e il Gruppo Alpinistico Vertovese tra le donne. TUTTE LE INFO SU CASSINO

Sullo sfondo c’è sempre l’appuntamento internazionale di Torun (Polonia): il palazzetto polacco, dopo i Mondiali 2023, ospiterà gli Europei invernali 2024 da domenica 17 a sabato 23 marzo.

Foto Atl-eticamente/FIDAL Veneto

Presentata la Scarpadoro Half Marathon

Presentata la Scarpadoro Half Marathon

La Scarpadoro Half Marathon torna quest’anno a ricollocarsi nella sua tradizionale data, ovvero la terza domenica del mese di marzo, a dispetto delle due ultime edizioni che, a causa del sovraffollamento di calendario, si erano svolte l’ultima domenica di marzo: appuntamento dunque per domenica 17.

Organizzata da Atletica Vigevano e dal Comune di Vigevano, la Scarpadoro si articolerà anche quest’anno su tre distanze: la Half Marathon, mezza maratona competitiva Fidal di carattere nazionale giunta alla 17esima edizione, la StraVigevano, gara non competitiva ma cronometrata di 10,2K, e la Stracittadina non competitiva di 5K, alla quale sarà abbinata anche la ’4 Zampe’, dove a correre saranno i cagnolini e il cui ricavato verrà devoluto all’A.D.A.I., l’associazione che ha in gestione il Canile di Vigevano. 

Gli iscritti complessivi ad oggi hanno giù superato quota 1.200: il doppio rispetto a quelli dello scorso anno, nello stesso periodo. 

Iscrizioni – Sono aperte e disponibili solo online per la Half Marathon e la Stravigevano al sito www.scarpadoro.it, mentre quelle della 5K possono essere formalizzate sia online che dal negozio Fox Sport, in Corso Novara 135 a Vigevano. 

Pettorali – La distribuzione avverrà sabato 16 marzo allo Stadio Comunale Dante Merlo dalle 14.00 alle 19.00 e domenica 17 marzo a partire dalle ore 7.30 fino alle 8.45 allo Stadio Dante Merlo.

Partenza – È prevista per tutti alle ore 9.30 dallo Stadio Comunale Dante Merlo. Un unico e coloratissimo serpentone si riverserà, di corsa o camminando, nelle vie del centro storico cittadino. Tutti i partecipanti, infatti, percorreranno assieme i primi 5 km del tracciato che attraversa Piazza Ducale e il Castello Sforzesco, per poi fare ritorno allo stadio (le 5K) oppure proseguire in aperta campagna ed attraverso i viali verdi e corsi all’interno del Parco del Ticino (10K e Half Marathon). 

Inno – Anche quest’anno, il countdown della partenza verrà scandito dall’inno di Mameli, intonato dal cantante e runner vigevanese Marco Clerici, che una volta posato il microfono si porterà dietro la linea di partenza per gareggiare nella mezza maratona.

Presentazione – La gara è stata presentata questa mattina nella Sala Giunta del Comune di Vigevano alla presenza del Sindaco Andrea Ceffa e dell’assessore allo sport Nunzia Alessandrino, del consigliere nazionale Fidal Oscar Campari, dal presidente provinciale Fidal Claudio Baschiera, dal presidente di Atletica Vigevano Gianni Merlo, dal presidente di Escape Team e organizzatore della Scarpadoro Ability Daniele Chiesa e dall’organizzatrice dell’evento Manuela Merlo.

“Sono 44 anni che portiamo avanti una tradizione in città non solo sportiva, ma anche culturale. Siamo partiti nel 1980 con un tipo di manifestazione per atleti élite, che negli anni ha saputo adeguarsi ai cambiamenti e trasformarsi in qualcosa di più popolare, capace di coinvolgere migliaia di persone” – ha esordito così il presidente di Atletica Vigevano Gianni Merlo.

“Questa manifestazione è parte integrante e simbolo della città e porta il nome di Vigevano in tutta Italia. Inoltre, negli anni ha sempre cercato di rinnovarsi e di aggiungere qualcosa di nuovo, diventando sempre più inclusiva e partecipativa”. – queste le parole del sindaco Andrea Ceffa.

Anche per Nunzia Alessandrino “La Scarpadoro è un evento sportivo per tutti, di grande spessore sociale e coinvolge appieno la città di Vigevano”.

“La Scarpadoro quest’anno si svolge in uno stadio che è un cantiere, poiché è in corso il rifacimento della pista di atletica leggera, i cui lavori riprenderanno subito dopo Pasqua, ma è agibile per la partenza e l’arrivo della gara. Sarà quindi un brindisi per uno stadio Dante Merlo che a breve sarà rinnovato” ha annunciato Oscar Campari.

I numeri che sono stati annunciati oggi – commenta il presidente provinciale della Fidal Claudio Baschiera – dimostrano l’alto gradimento da parte dei runners per la qualità dei servizi che questa manifestazione mette al servizio dei podisti”.  

10 anni – Quest’anno si celebrano i 10 anni della Scarpadoro Ability, la corsa-camminata non competitiva di 5 chilometri riservata a persone con disabilità, inventata e promossa dalla campionessa paralimpica e attuale senatrice della Repubblica Giusy Versace e da Daniele Chiesa, presidente dell’associazione sportiva Escape Team di Vigevano. Grazie alla splendida collaborazione dei simpatici e colorati “Super Eroi” e di tutte le associazioni di volontariato che hanno aderito, la Scarpadoro Ability riuscirà a portare allo stadio Dante Merlo decine di ragazzi disabili che verranno accompagnati nella loro corsa/camminata da molti runners che quel giorno sceglieranno di ritirare il cronometro nello zaino, per correre spingendo carrozzine e regalare una giornata speciale a chi non può più camminare. Collabora all’iniziativa l’Associazione Aldo Pollini che coinvolgerà l’Oftal di VogheraAd accompagnare i ragazzi ci saranno inoltree alcuni dipendenti dell’azienda “Dow Italia” stabilimento di Parona: “Come azienda crediamo fortemente nell’inclusione sociale e per questo ogni anno partecipiamo non solo come sponsor ma anche con un gruppo di volontari” – così Luca Profili, direttore di stabilimento

Stanze Blu – È intervenuta in conferenza anche Paola Cito, responsabile di ‘Stanze Blu’ dell’associazione ‘A casa Lontani Da Casa’, charity partner di Scarpadoro. “Noi siamo una rete di alloggi e servizi solidali, che offre accoglienza ai malati in trasferta sanitaria e a sostegno a quelli più bisognosi, La malattia è come uno tsunami e il nostro compito è quello di rendere il soggiorno il più piacevole possibile. Quest’anno è abbinato alla Scarpadoro il progetto ‘Stanze Blu’, ovvero camere all’interno delle nostre strutture, progettate da architetti volontari e arredate apposta per i bambini. In questo modo, i piccoli pazienti si trovano in un ambiente accogliente e noi diamo anche supporto alle famiglie”.

Donazione – Agli atleti possono donare liberamente all’atto dell’iscrizione e ogni singola donazione effettuata verrà raddoppiata da un generoso sostenitore che ha deciso di sposare questa nobile causa, duplicando il valore di ogni euro versato.

A grande richiesta ci sarà anche quest’anno il Risotto Party, preparato ad arte dall’Academy School in collaborazione con il Centro Servizi e Formazione di VigevanoIl riso, del territorio e di altissima qualità, è offerto anche quest’anno da Tenuta Drovanti.

Erano inoltre presenti in conferenza Marco Gandini, direttore della filiale di Vigevano di BCC Carate Brianza e Claudia Cova di Asm Energia

La Scarpadoro è organizzata da Atletica Vigevano in collaborazione con il Comune di Vigevano e patrocinata da Parco del Ticino, Coni, Fidal e Pool Vigevano Sport.

Collaborano alla buona riuscita della manifestazione la Polizia Locale di Vigevano, La Protezione Civile, i Volontari del Parco del Ticino, gli Alpini, Croce Rossa, Croce Verde e il Corpo Militare dell’A.C.I.S.M.O.M; i gruppi sportivi GarlascheseEscape TeamBuccella Runners; le associazioni Ubuntu Meraki, Special Sport Days e Dolce Positivo.  Da quest’anno, collabora anche l’Istituto Omodeo di Mortara.

(foto e testo da comunicato organizzatori)

Cross per Tutti: Turroni e Ceddia Ok a Brugherio

Cross per Tutti: Turroni e Ceddia Ok a Brugherio

Tra un annuncio di cataclisma meteorologico e l'altro, domenica 3 marzo c'è voluta una buona dose di coraggio per partecipare all'ultima tappa del Cross per Tutti. Poi però sono stati oltre 1900 gli atleti e le atlete che hanno sfidato la paura della pioggia (assente) e che si sono goduti un'ottima edizione della Corrincrea, sesta gara del circuito di corsa campestre che si è svolta nel Parco Increa di Brugherio. Location sempre suggestiva quella della ex cava a ridosso della Tangenziale Est, che con i suoi paesaggi, salite e discese offre un percorso unico e apprezzato da tantissimi atleti. L'organizzazione del GSA Brugherio ringrazia. Ultima tappa e nomi tutti nuovi per le gare delle categorie Assolute: Alessandro Turroni tra gli uomini, Laura Ceddia tra le donne, Davide Delaini tra gli under 20 e Francesco Noviello tra master over 50.

Gara élite uomini (6 km) - Arriva da lontano il vincitore della gara maschile, da Domodossola nel Verbano. E' il piemontese Alessandro Turroni (Sport Project VCO), classe 1988 quindi master M35, ma crossista di razza che in passato, era il 2013, fu addirittura sesto e primo degli italiani alla Cinque Mulini. La classe non passa e così il fondista di Crodo si è messo subito davanti insieme a un ritrovato Thomas Previtali (Atletica Vedano), oggi particolarmente a suo agio sul percorso. I due fanno il vuoto, poi Turroni allunga definitivamente nell'ultimo giro e si presenta solitario al traguardo. Secondo Previtali, primo dei senior, mentre il terzo posto va a Marco Zanzottera (GP Parco Alpi Apuane), under 23, che riesce a recuperare su Francesco Canclini (Daini Carate) che aveva tentato di seguire il duo di testa. Quinto è Marco Talamazzini (Euroatletica 2002), poi Stefano Roncareggi (Triangolo Lariano), Lorenzo Canzi (Pro Sesto), Federico Steis (Milano Atletica), Alessio Sposato (DK Runners) e Paolo Tirelli (Ondaverde - M40).

Gara donne (4 km) - Pronti, via e l'under 23 Laura Ceddia (Atletica Vedano), triatleta di livello internazionale, già campionessa mondiale junior di duathlon di staffetta mista, prende e se ne va. Può sembrare un azzardo, invece la brianzola tiene e allunga sempre più il vantaggio sulle avversarie. Niente da fare, Ceddia vince in solitaria davanti a Sara Gandolfi (Pro Sesto), terza è l'allieva Francesca Gumier (Malpensa Atletica), quarta Giulia Bergamin (Team Brianza Lissone), poi Rocio Bermejo Blaya (Virtus Groane), prima delle senior. Sesta la junior Iolanda Donzuso (Milano Atletica), poi Ilaria Mazzoccato (OSA Saronno), Julietta Goebel (Forti e Liberi Monza), Greta Repossi (Virtus Binasco), Francesca Premoli (Pro Sesto). Tra i master over 70, bravo Nello Nolis (Atletica Lambro - M70) 21°, mentre il decano del circuito Oscar Iacoboni (Euroatletica 2002 - M85) ha portato a termine la sua sesta gara.

Gara under 20 (4 km) - Come per la gara femminile, anche qui poche sorprese per la testa della gara. Se ne va l'azzurrino delle siepi Davide Delaini (Euroatletica 2002) e nessuno regge il suo ritmo. Per lo junior gara solitaria fin sul traguardo. Sfida invece fino all'ultimo metro per il secondo posto, dove prevale in volata Edoardo Grassi (Team-A Lombardia) sull'allievo Federico Caimi (Euroatletica 2002), quarto è Giacomo Giorgini (Team Brianza Lissone), quinto Miguel Giacobbe (Euroatletica). Seguono Nicolò Piccin (La Fenice), Emanuele Cipolla (Pro Sesto), Antonio Morabito (Pro-Sport Running), Marco Denami (Milano Atletica) e Alessandro Belotti (Euroatletica 2002).

Master over 50 (6 km) - Pronostico aperto per la prima gara in programma. Ne approfitta così Francesco Noviello (Azzurra Garbagnate - M55) che fugge via solitario fin dalle prime battute. Nella sua scia si mettono Felice Pianatanida (Escursionisti Civates) e Ivan Mazzoleni Ferracini (Berbenno Runners - M50), ma sul traguardo finiranno in quest'ordine. Quarto posto per Mauro Oliva (DK Runners), poi Andrea Cavalli (Atletica Lambro), Osvaldo Pasini (Atletica Cinisello), Franco Talamazzini (Euroatletica 2002), Davide Scarabello (Ondaverde), Nicolantonio De Simone (Athletic Club Villasanta), Francesco Di Palmo (Ondaverde).

Gare giovanili - Brugherio è il grande giorno del Campionato Provinciale Ragazzi/e, prova unica per gli anni di nascita 2011 e 2012: ne escono due gare con oltre 200 partenti. Tra i Ragazzi vittoria, ed è la sesta consecutiva, per il milanese Edoardo Maria Tricarico (Atletica Meneghina), vero dominatore di questo Cross per Tutti. Secondo è il comasco Pietro Porro (Atletica Triangolo Lariano), ma il podio del campionato milanese continua con Davide Lacicerchia (CUS Pro Patria Milano), Filippo Intelli (Pro Sesto), Riccardo Niccolò Braida (Centro Schuster), Gregory Colombo (Atletica Riccardi) e Jacopo Ricca (CUS Pro Patria Milano).

La gara Ragazze ha festeggiato l'atleta di casa Stella Olivotti (GSA Brugherio), al primo anno di categoria, che ha superato con facilità Sara Mottadelli (Pol. Besanese), Beatrice Negrato (PBM Bovisio), Adele Bella (Athl. Villasanta), Silvia Gottardi (Euroatletica 2002), Carina Elettra Colombo (Geas Atletica).

La gara Cadette è tutto un ribaltamento tra le migliori forze in campo viste nel circuito. Con un gran recupero finale vince Silvia Boga (PBM Bovisio), al primo anno di categoria, davanti a Sara Aguti (Azzurra Garbagnate) e Aurora Arrigoni (Euroatletica 2002). La prova Cadetti è invece scoppiettante fino alle fine, la degna conclusione del circuito. Appassionante volata a due dopo sorpassi e controsorpassi, con la vittoria di Davide Vaccari (Atletica Punto It) su Simone Chiuchiù (5 Cerchi Seregno), terzo l'altro seregnese Vittorio Colistra.

Festa finale e premiazione delle classifiche individuali e di società venerdì 15 marzo al Cineteatro Excelsior di Cesano Maderno.

Davide Viganò/Ufficio stampa Cross per Tutti

Nella foto di Roberto Mandelli la top 3 maschile elite.

Mondiali Indoor: Besana 8.15 in Batteria

Mondiali Indoor: Besana 8.15 in Batteria

Si ferma a 5/100 dal passaggio del turno e dalle semifinali l’esordio in Nazionale Assoluta di Veronica Besana. Ai Mondiali indoor di Glasgow (Gran Bretagna) nelle batterie dei 60m ostacoli la 21enne lecchese delle Fiamme Gialle è quinta nella terza delle sei batterie: penalizzata da un leggero contromovimento sui blocchi, Besana corre in 8.15, vicina alla terza posizione della danese Mette Graversgaard, qualificata con la “Q” maiuscola con 8.10, e al medesimo crono della slovacca Viktoria Forster, quarta e poi ripescata. L’allieva di Veronica Borsi (cresciuta con la guida del compianto Antonio Ianni e di Diego Crippa e con i colori prima dell’Atletica Cassago e poi dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni) ottiene il 28esimo posto nella classifica complessiva: «Dispiace molto, volevo dare il mio meglio e questo non è il mio meglio: da queste esperienze non si può che imparare» commenta Veronica ai microfoni di Rai Sport.

Il Mondiale in sala per i ragazzi lombardi si chiude con un bilancio comunque eccellente: tre piazzamenti nei migliori otto del mondo (Sveva Gerevini quarta nel pentathlon, Emmanuel Ihemeje quinto nel triplo e Chituru Ali ottavo nei 60m piani), un record italiano Assoluto (4559 punti di Sveva Gerevini nel pentathlon) e cinque primati personali (Ali sui 60m piani, Francesco Pernici negli 800m e per Gerevini oltre al pentathlon il peso indoor e l’alto in ogni condizione, in questo caso eguagliato).

Ce. Ri.

Foto Grana/FIDAL

Multiple Indoor: Soragna e Bersani a Podio

Multiple Indoor: Soragna e Bersani a Podio

Sono due le medaglie lombarde conquistate dai nostri club e dai nostri atleti nella prima giornata dei Campionati Italiani giovanili di prove multiple indoor in corso a Padova. Nel pentathlon femminile Juniores Giulia Soragna (foto di Tommaso Pasetti/archivio) sale di due gradini rispetto al 2023 ed è argento con il nuovo primato personale a 3420 punti. La portacolori dell’Atletica Gallaratese è autrice del miglior tempo sui 60m ostacoli con il PB a 9.07, poi paga un 1,53 lontano dai propri limiti nell’alto: con i personali in sala di peso (9,46) e 800m (2:34.48) e con un buon 5,63 nel lungo Soragna va a conquistare la seconda medaglia tricolore della carriera dopo il bronzo dell’eptathlon outdoor di Grosseto 2023 sempre da under 20. Lisa Maria Caramello (Atl. Monza), dopo il bronzo da allieva nel 2023, stavolta resta giù dal podio per soli 9 punti rispetto ad Annalisa Pastore (Atl. Stronese Nuova Nordaffari): 3320 a 3329. A Caramello non bastano la miglior misura del lotto nel peso con 10,64 e un tenace 800m da 2:30.50 a portarla sul podio, ma arriva comunque il personale. Gaia Nour Marsegaglia (Team A Lombardia), sul podio dopo due gare grazie a 9.28 tra le barriere e 1,62 nell’alto, è alla fine ottava con 3261 punti.

Stella Bersani (CUS Pro Patria Milano), campionessa italiana invernale e azzurra a livello Under 20 nel 2023 nel...giavellotto, centra il primo podio “multiplo”: nel pentathlon Promesse è bronzo con 3528 punti, dopo una partenza ottima da 8.81 nei 60m ostacoli, il PB indoor a 1,62 nell’alto, il personale in ogni condizione nel peso a 10,49, il PB nel lungo a 5,25 e un 800m da 2:35.22 che le costa il sorpasso di Lucia Cantergiani (Self Atl. Montanari Gruzza) ma le vale comunque il PB e il podio. In top 8 pure Gaia Ceruti (Bracco) sesta (3222 punti) e Giada Siliberto (Motus Atletica) settima (3044).

Quattro prove archiviate su sette per gli eptathlon Under 20 e Under 23. Nella prova multipla maschile Promesse guida Andrea Caiani (Team A Lombardia), già campione italiano Cadetti 2018 di esathlon e qui al comando con 2978 punti frutto di 7.20 sui 60m piani (PB), 7,05 nel lungo (PB indoor), 10,84 nel peso (PB indoor) e un progresso fino al primo 2,00 in carriera nell’alto. Nell’eptathlon maschile Juniores Tommaso Franzè (Atl. PAR Canegrate) è secondo con 2884 punti, a -97 dalla vetta: per il milanese 7.29 sui 60m piani, 6,85 nel lungo (PB indoor), 12,85 nel peso (PB) e 1,88 in alto. Domani domenica 3 marzo la chiusura dei due eptathlon: in palio anche i titoli italiani Allievi/e di pentathlon.

Cesare Rizzi