Cross della Bosca: Ok Succetti e Sottocornola

 Cross della Bosca: Ok Succetti e Sottocornola

Clima insolitamente primaverile, percorso asciutto, muscolare e tutto da spingere per i 500 protagonisti del 27esimo Cross della Bosca organizzato domenica 4 febbraio nella frazione di Campovico (SO) dal GS CSI Morbegno. A tifare e premiare gli atleti il presidente FIDAL Lombardia Gianni Mauri, il vicepresidente FIDAL Sondrio Raffaella Riva, il sindaco di Morbegno Alberto Gavazzi, l’assessore allo sport del Comune di Morbegno e vicepresidente della Comunità Montana Franco Marchini e i rappresentanti delle associazioni del dono AIDO Morbegno, AVIS Morbegno e ADMO Sondrio. A iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione il talamonese Mattia Sottocornola (Atletica Lecco) e la valchiavennasca Alessandra Succetti (Atl. Libertas Unicasuno Livorno). Partiamo quindi dalla fine del programma gare. Dopo il minuto in silenzio in ricordo di Luigi Campini, atleta del GS CSI Morbegno recentemente scomparso, è partita la gara maschile di 6 km per le categorie junior, promesse, senior e master. Subito scappano via i gemelli Stefannoni e Mattia Sottocornola. Al termine del secondo dei tre giri previsti perde contatto il vincitore del 2023 Saverio e Giovanni va in fuga con Mattia. Sul traguardo però il talamonese Sottocornola piomba solitario dopo 19’43”, staccando di 9 secondi Giovanni Steffanoni, seguito a 30’ dal fratello Saverio. La top five è completata dal morbegnese Francesco Bongio, quest’anno in prestito alla Recastello Radici Group, e dallo junior Andrea Zenoni (US Malonno). “Sono molto contento di questa vittoria – le parole di Sottocornola – nonostante sia master 35 sono riuscito a mettere dietro i più giovani”. La gara donne di 3 km ha visto assoluta protagonista Alessandra Succetti, quest’anno in prestito all’Atletica Libertas Unicusano Livorno. Inizialmente in fuga con l’allieva Noemi Gini (GP Valchiavenna), la campionessa regionale nei 3000 siepi si è poi involata solitaria verso il traguardo, fermando il cronometro dopo 15’44”. Seconda piazza per Gini, già in evidenza al Cross delle Cave domenica scorsa, con il tempo di 16’06” e gradino più basso del podio per la junior Elisa Peverelli (AG Media Sport\16’34”), la scorsa stagione bronzo al campionato italiano di corsa in montagna. La top five è completata dalle master Cinzia Cucchi (Atl. Paratico) e Cinzia Zugnoni (GS CSI Morbegno).  “Per un anno volevo fare un’esperienza nuova portando il mio contributo ai Campionati di Società nella gara delle siepi – le parole di Succetti – ma il mio cuore resta sempre al GP Valchiavenna”.

Nella gara Allievi, 4 km per loro, il campione regionale di corsa in montagna Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia) si fa un bel regalo di compleanno vincendo davanti a un coriaceo Gabriele Sutti (GS Valgerola), bronzo per il compagno di squadra Mattia Sutti. Nelle Cadette subito in fuga le portacolori del GP Valchiavenna Caterina Vavassori e Matilde Paggi, quest’ultima, autrice la scorsa stagione di ottimi risultati a livello regionale e nazionale sui prati e in pista, precede di 5” sul traguardo la compagna di squadra. Podio completato da Matilde Varisto (Pol. Albosaggia), in evidenza lo scorso anno con la doppia convocazione nella rappresentativa lombarda (montagna e strada). Gara Cadetti su 3 da giri da 800 metri: Davide Songini (GS Valgerola) e Alex Vavassori (GP Valchiavenna) scappano subito via, ma all’ultimo giro Songini guadagna metri preziosi e conquista la vittoria. Argento per Vavassori e bronzo per Thomas Delle Coste (GS Chiuro). Nelle Ragazze lo spunto vincente è di Elisa Pensini (GS CSI Tirano) d’un soffio su Noemi Lorefice (GP Santi) e Anna Battaglia (GS Chiuro); nei pari età maschili Giulio Zecca (GS CSI Morbegno) realizza il sogno di vincere la gara di casa mettendo in fila Tommaso Biscotti Folini (Pol. Albosaggia) e Daniele Tombolato (GP Talamona). Negli Esordienti 10 i più veloci sono stati Mattia Andreoli (GP Valchiavenna) e Soraya Pedroncelli (GP Santi).

Il Trofeo AVIS Morbegno, in palio per la prima società, va ai padroni di casa del GS CSI Morbegno, sul podio con GS Valgerola e GP Santi.

Cristina Speziale/FIDAL Sondrio

Cross: Gandolfi e Zanzottera, Urrà a Lissone

Cross: Gandolfi e Zanzottera, Urrà a Lissone

Non serve il freddo o il fango per rendere speciale un cross. Quando si corre al Bosco Urbano di Lissone (Monza Brianza) lo spettacolo è assicurato. Lo si è visto oggi nella terza tappa del Cross per Tutti, una prova che ha regalato sorprese ed emozioni proprio grazie al percorso, unico nel suo genere a presentare salite, discese e un continuo zig zag di curve come non si trovano da nessuna parte. Oltre 2200 gli atleti (2264, cifra ufficiosa) che si sono sfidati nelle 22 gare in programma. 

Vittorie sudate fino all'ultimo metro per il sangiorgese Marco Zanzottera (G.P. Parco Alpi Apuane) e la brianzola Sara Gandolfi (Pro Sesto) davanti a Chiara Pizzolato (Atletica Vicentina), sotto gli occhi attenti di papà Orlando. L'allievo Alessandro Belotti (Euroatletica 2002) doma lo scatenato gruppo degli under 20, mentre Corrado Armuzzi (Canturina Pol. San Marco) infila il suo terzo successo per distacco. I campioni provinciali under 16 sono Javier Mercuri (Milano Atletica) e Maddalena Ravà (Atletica Meneghina).

Elite uomini (6 km) - Nel gruppo di testa si mettono subito in luce Marco Zanzottera e Salvatore Gambino, più di vent'anni di età a separare i due. Zanzottera allunga in discesa, Gambino recupera sul piano, ma nel finale l'attacco deciso dell'under 23 Marco Zanzottera (G.P. Parco Alpi Apuane) non lascia scampo a Salvatore Gambino (DK Runners - M40). Grande recupero finale per Matteo Burrini (CUS Insubria Varese) che coglie il terzo posto e il successo tra i senior, poi si piazzano Marco Broggi (Daunia Running - M35), Riccardo Maestrelli (DK Runners), Andrea Secchiero (Pol. Moving - M35), Luca Andreis (Euroatletica 2002), Giacomo Talamazzini (Euroatletica 2002), Stefano Roncareggi (Triangolo Lariano) e Thomas Previtali (Atletica Vedano).

Gara donne (4 km) - Le due migliori del lotto, le under 23 Sara Gandolfi e Chiara Pizzolato si staccano presto dal gruppo di testa, ma ancora nel secondo giro viaggiano appaiate in testa, in fase di studio. Nell'ultimo km la brianzola rompe gli indugi e stacca inesorabile la figlia d'arte. Al traguardo saranno 20 i secondi di vantaggio per Sara Gandolfi (Pro Sesto), con Chiara Pizzolato (Atletica Vicentina) frenata dalle salite finali. "Non ci sono campestri così dure in Veneto - dirà dopo il traguardo - cercavo un cross impegnativo, ma non pensavo così tanto". "Abbiamo caricato fino a ieri, anche in palestra, forse troppo per salite del genere" ha detto papà Orlando, due volte vincitore della Maratona di New York. Terzo posto in gran rimonta per la giovane allieva Margherita Anelli (Atletica Meneghina), davanti a Laura Ceddia (Atletica Vedano, Francesca Gumier (Malpensa Atletica), la junior Iolanda Dozuso (Milano Atletica), Giulia Bergamin (Team Brianza Lissone), Giorgia Franzolini (Euroatletica), Ilaria Mazzoccato (OSA Saronno), Greta Repossi (Virtus Binasco) e Alessandra Renda (US San Vittore Olona), prima delle senior. Silvia Comelli (Canottieri Milano - F45) è 18° e prima delle master.

Gara under 20 (4 km) - Si forma presto in testa un gruppo di quattro atleti che danno vita a una serie continua di cambi e sorpassi. Nel finale emerge però la potenza dell'allievo Alessandro Belotti (Euroatletica), che supera lo junior Edoardo Grassi (Team-A Lombardia) che vince la volata con l'allievo Giona Siena (Malpensa Atletica). Quarto è Giacomo Giorgini (Team Brianza Lissone), poi più staccati ci sono Nicolò Piccin (La Fenice), Marco Denami (Milano Atletica), Federico Caimi (Euroatletica 2002), Matteo Civati (Triangolo Lariano).

Gara Master over 50 (6 km) - Al colpo di pistola rompe subito gli indugi Corrado Armuzzi (Canturina Pol. San Marco - M50) che ritroverà gli avversari solo dopo il traguardo. Dietro di lui bisogna attendere più di mezzo minuto per applaudire l'ex azzurro Paolo Donati (Daunia Running - M60), terzo è Guido Ricca (Triathlon Duathlon Cremona - M50), seguono Ivan Mazzoleni Ferracini (Berbenno Runners - M50), Francesco Noviello (Azzurra Garbagnate - M55), Fabio Cattaneo (GAP Saronno - M50), Massimo Figaroli (CBA Cinisello - M50), Andrea Cavalli (Atletica Lambro - M55), Osvaldo Pasini (Atletica Cinisello - M50), Mario Brunati (Atletica Desio - M50).

CATEGORIE GIOVANILI

Cadetti/e - Il Campionato provinciale richiama il meglio delle categorie under 16. La grande sorpresa arriva dalla gara Cadette, dove a sorpresa vince Maddalena Ravà (Atletica Meneghina), che piega la resistenza della compagna Asia Scimone, sette giorni fa prima nei Campionati Regionali di Società a Brescia. Terza è Aurora Demarco (Virtus Groane) davanti a Sara e Nicole Aguti (Azzurra Garbagnate) e Chiara Terrani (Atletica Desio). La prova Cadetti è invece un assolo per Javier Mercuri (Milano Atletica), che scava un abisso tra sé e Giacomo Bossi (Atletica Meneghina), Andrea Lanzillotta (PBM Bovisio), Matteo Fanfoni (Atletica Meneghina), Davide Vaccari (Atletica Punto It) e Riccardo Villa (Euroatletica).

Ragazzi/e - Tra i nati 2011, terzo successo consecutivo per Edoardo Tricarico (Atletica Meneghina) davanti a Pietro Porro (Triangolo Lariano) e Riccardo Braida (Centro Schuster); tre su tre anche per Silvia Gottardi (Euroatletica) davanti a Nabila Hamza (Atletica Gisa) e Sara Mottadelli (Pol. Besanese). Tra i nati 2012, seconda vittoria per Alessandro Stirrup (Atletica Meneghina) davanti a Jacopo Ricca (CUS Pro Patria) e Matteo Mastropasqua (5 Cerchi Seregno); primo successo e grande impressione di Stella Olivotti (GSA Brugherio) davanti a Beatrice Negrato e Federica Norrito, entrambe PBM Bovisio.

Prossima gara, quarta tappa, domenica 11 febbraio a Paderno Dugnano (Monza Brianza), prova valida come Campionato Regionale Individuale e di Società Master e quale seconda prova di Coppa Lombardia. Appuntamento nel parco del centro sportivo Enrico Toti di via Serra.

Davide Viganò/Cross per Tutti

Indoor: Carraro e Lambrughi a Bergamo

Indoor: Carraro e Lambrughi a Bergamo

In un weekend dominato dai Campionati Italiani Juniores e Promesse ad Ancona non mancheranno comunque le competizioni indoor in terra lombarda. Fari puntati in primis su Bergamo, con azzurri di primo piano in gara domenica 4 febbraio nella riunione regionale open per 60m piani, 60m ostacoli e alto. Tra le barriere confermata la presenza della vicecampionessa d’Europa Under 23 in carica Elena Carraro, passata alle Fiamme Gialle in autunno: per la 23enne bresciana sarà la seconda uscita in stagione dopo l’esordio in 8.30 a Nantes (Francia) sabato 27 gennaio. Avversarie principali saranno Malina Berinde (Sisport) ed Erica Maccherone (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter); nella prova Allieve ci sarà il bronzo tricolore Cadette 2023 Gemma De Capitani (Atl. Lecco Colombo Costruzioni).

Dopo un 400m da 47.12 a Magglingen (Svizzera) il semifinalista iridato dei 400 ostacoli Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946) si testerà nello sprint puro: sui 60m piani vanta 6.80 e a Bergamo avrà come principale rivale Lorenzo Amati (Atl. Lecco Colombo Costruzioni). Nei 60m piani donne e nei 60m ostacoli uomini fari puntati rispettivamente su Costanza Donato (Bracco) e su Federico Piazzalunga, portacolori dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter organizzatrice opposto a Francesco Ferrante (Atl. Firenze Marathon).

L’alto invece attenderà al via la campionessa regionale Assoluta indoor Teresa Maria Rossi (CUS Pro Patria Milano) opposta alla vincitrice del titolo Allieve Amanda Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e alla regina del pentathlon regionale indoor Rebecca Gennari (Nuova Atl. Varese); in campo maschile il tricolore Allievi outdoor 2023 Filippo Bianchini (Atl. Monza) sfiderà Stefano Ramus (Atl. Valli di Non e Sole). TUTTE LE INFO SU BERGAMO 4/2

Rebecca Gennari è attesa in gara anche nel lungo sabato 3 febbraio nella riunione regionale open organizzata dall’OSA Saronno Libertas a Saronno (Varese): confermata in pedana la presenza di Veronica Crida (Atl. Brescia 1950), arrivata a 6.23 in stagione, oltre che di un’altra eptatleta come Chiara Sala (GS Ermenegildo Zegna). Nell’asta donne sfida generazionale con la detentrice della MPI Master SF40 Giorgia Vian (Nuova Atl. Fanfulla Lodigiana) contro la campionessa regionale Allieve Chiara Alba (Bracco): nella stessa specialità al maschile presenti come per le donne l’argento Assoluto e l’oro Allievi dei Campionati Regionali di Canegrate, al secolo Giacomo Bernardi (Pro Sesto Cernusco) e Giovanni Carnelos (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). TUTTE LE INFO SU SARONNO 3/2

Cesare Rizzi

Domenica il Cross della Bosca a Morbegno

Domenica il Cross della Bosca a Morbegno

Ottime cifre di partecipazione per il 27esimo Cross della Bosca che domenica 4 febbraio a Morbegno darà il via alla stagione di corsa campestre FIDAL in provincia di Sondrio, mentre sarà terza prova del Campionato provinciale CSI 2024, dopo l'Ardencross e il Cross del Colombaio. La tradizionale gara sui prati proposta dal GS CSI Morbegno, inserita nel calendario nazionale FIDAL con livello Bronze, ha raccolto 554 iscritti che si affronteranno domenica sul vario e muscolare percorso ricavato all’interno dell’area protetta del Parco della Bosca. Un’ulteriore occasione di valorizzare il polmone verde di Morbegno, attraversato dal Sentiero Valtellina e delimitato dal fiume Adda.

Il programma prevede l’inizio delle gare alle 9.30 con gli esordienti, proseguendo poi con tutte le categorie fino a concludere con le due gare assolute e master: quella femminile di 4 km e quella maschile di 6 km.

Sfogliando l’elenco degli iscritti, nella main race maschile spiccano i nomi del giovane morbegnese Francesco Bongio, quest’anno in prestito alla società bergamasca La Recastello Radici Group, che ha vinto due settimane fa il Cross del Colombaio a Nuova Olonio, il talamonese Mattia Sottocornola (Atl. Lecco), il capitano dei diavoli rossi Marco Leoni, gli inossidabili Graziano Zugnoni (GP Santi) e Roberto Pedroncelli (Atl. Paratico). Attesa bagarre anche nella gara femminile: al via le allieve Teresa Buzzella (Bracco Atletica) e Noemi Gini (GP Valchiavenna), in evidenza domenica scorsa ai CdS regionali di cross, la forte master emigrata all’Atletica Paratico Cinzia Cucchi, la junior di bronzo ai campionati italiani di corsa in montagna Elisa Peverelli (AG Media Sport), la siepista valchiavennasca Alessandra Succetti (ora in forza all’Atletica Libertas Unicusano Livorno) e la capitana del GS CSI Morbegno e plurimedagliata master Cinzia Zugnoni.

Tanti i premi in palio, a partire dal Trofeo AVIS Morbegno che andrà alla prima società classificata, alle coppe per primi cinque delle categorie giovanili ed i premi in natura per i podi delle categorie assolute e master. Premio partecipazione garantito a tutti grazie agli sponsor Reale Mutua Assicurazioni Agenzia Corti di Morbegno, Panificio Gusmeroli Stefano, Azienda Agricola Daprati, Galbusera, Rovagnati Carni, Latteria Sociale Valtellina di Delebio, QUADRIO Costruzioni, Banca Popolare di Sondrio, Officina Fiorelli Matteo, AIDO Morbegno, AVIS Morbegno, ADMO Sondrio. Novità 2024, a consolidare il reciproco supporto con le associazioni del dono, l’AIDO Morbegno offrirà una porzione di patatine fritte a tutti i giovani atleti delle categorie esordienti, ragazzi e cadetti.

Cristina Speziale/FIDAL Sondrio

La Bergamo21 si Presenta: Mezza e 10Km

La Bergamo21 si Presenta: Mezza e 10Km

Bergamo continua a brillare. Non si sono infatti spente le luci della “Città Illuminata”, il progetto di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023. La città è viva e l’atmosfera che si respira è, come sempre, quella di una realtà che non si ferma mai: pensa, pianifica e mette in pratica.

Passione e impegno, sogni e prospettive che si ritrovano nella BigMat Bergamo21 e nell’Urban Night Trail, i due eventi che aprono il 2024 di FollowYourPassion. Un omaggio alla città, il desiderio e l’onore di far correre maratoneti e runner in un contesto unico, tra i vicoli della Città Alta e le strade di quella bassa.

A consolidare ulteriormente l’unione tra l’evento e Bergamo è Big Mat La Viscontea, realtà storica del territorio bergamasco e del comparto della distribuzione di materiali per costruire e ristrutturare, e da quest’anno, con il suo brand BigMat, a fianco della Bergamo21 come title sponsor e di tutti le altre gare del circuito FollowYourPassion come sponsor.

La BigMat Bergamo21 è stata presentata alla stampa oggi, giovedì 1 febbraio, nello storico Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo, nella Sala Cutuli. Sono intervenuti:

Loredana Poli, Assessore Istruzione Formazione Università Sport Politiche per i giovani Comune di Bergamo: “Il weekend di gara con la BigMat Bergamo21 segna la ripartenza della stagione degli eventi sportivi in città. Bergamo è tutta coinvolta, dal percorso alla rete di collaborazioni consolidate su tutto il territorio, al momento ricreativo per tutti i cittadini che possono partecipare anche assistendo all’evento. Ringrazio la Polizia Locale che garantisce, in collaborazione con l’organizzazione, l’incolumità degli atleti, l’Accademia della Guardia di Finanza e il Liceo Imiberg. Faccio i miei auguri a tutti.”

Colonnello Stefano Pietrosanto, Comandante dei Corsi e Applicazioni Speciali Accademia della Guardia di Finanza: “Siamo entusiasti di rinnovare questa tradizione che è nata con la stessa manifestazione, all’inizio nella sede precedente, ora in quella attuale, molto più scenografica. Tanti dei nostri allievi saranno in gara. Ci sarà anche il Comandante ad avvalorare ciò di cui siamo convinti, che lo sport sia veicolo di valori come spirito di sacrificio, abnegazione, lealtà, lo sfidare sé stessi, principi alla base della formazione accademica e necessari per affinare le doti di carisma e leadership, indispensabili per questa carriera. Quest’anno ricorre il 40° anniversario dell’insediamento dell’Accademia della Guardia di Finanza su Bergamo, rinnoviamo quindi il legame con lo sport e con il territorio.”

Pur non essendo presente, non ha voluto far mancare il suo saluto Lara Magoni, Sottosegretario con delega allo sport Regione Lombardia: “Oltre 3.500 runner, 43 nazioni rappresentate, la BigMat Bergamo21 e l’Urban Night Trail trasformeranno Bergamo in un enorme stadio in festa. Appuntamenti come questo rappresentano gli strumenti ideali per diffondere la cultura dello sport. Dallo scorso settembre, l’importanza della pratica sportiva è stata riconosciuta dalla nostra Costituzione all’articolo 33, evidenziandone i benefici psicofisici per chi la pratica. Quella di quest’anno sarà quindi un’edizione speciale e più che mai significativa perché foriera di tutti valori positivi dello sport evidenziati in Costituzione. I grandi eventi, i campioni che vi partecipano, sono la migliore pubblicità per una disciplina, una vetrina utile ad avvicinare nuovi atleti e stimolare gli altri ad impegnarsi e continuare (è proprio il caso di dirlo) a correre più forte. Oltre a contribuire alla crescita del movimento, la BigMat Bergamo21 avrà un valore di promozione del territorio e di tutte le sue bellezze e eccellenze. Quando si corre in città, si ha il tempo e l’opportunità di riscoprirla. Sarà quindi un fine settimana dedicato a Bergamo, al running e ai tanti appassionati di sport. Un grazie all’organizzazione che è sempre in grado di offrire una competizione di alto livello. Viva BigMat Bergamo21, viva lo sport!"

Luca Lamera Direttore Tecnico FollowYourPassion: “E’ la nostra 11^ edizione, organizzare questa gara va oltre l’impegno vero e proprio, qui sento di far parte di una grande squadra, ho sempre un interlocutore nell’amministrazione, le collaborazioni con l’Accademia della Guardia di Finanza ed il Liceo Sportivo, l’appoggio della Fidal, oggi aver superato i 3500 iscritti significa che tutto questo lavoro di concerto sta dando i suoi fruttiTra gli iscritti un numero quintuplicato di stranieri, un segnale che abbiamo fatto un vero salto di qualità. Grazie a tutti, senza il contributo di ciascuno questo evento non sarebbe cresciuto."

Prof. Sergio Rebussi, Responsabile del progetto Sportivo del Liceo Imiberg: “Ringrazio l’organizzazione per questa opportunità che ormai è una tradizione che va avanti dal 2014. Crediamo che lo sport sia uno strumento di crescita per gli adolescenti. BigMat Bergamo21 è un evento culturale, per un giorno i nostri ragazzi sono dall’altro lato della barricata degli sportivi, dal lato di chi collabora alla buona riuscita dell’evento.”

Maurizio Oberti, Presidente Provinciale Fidal Bergamo: “Ringrazio gli organizzatori per aver portato la manifestazione a livelli internazionali e l’amministrazione perché senza il contributo di tutti non si possono raggiungere grandi risultati. Negli ultimi anni si sono messi in luce moltissimi ragazzi provenienti dalla nostra provincia, il che significa che stiamo lavorando bene. Sarò presente anche come atleta, in bocca al lupo a tutti.”

Migidio Bourifa, ex atleta azzurro, quattro volte campione italiano di maratona, ideatore del percorso: “Questa gara nasce da una scommessa, quella di recuperare rispetto a quanto era stato fatto in precedenza. Guardo indietro e vedo tantissimi cambiamenti positivi, maggiore partecipazione da parte dei cittadini e tanta voglia di esplorare il percorso della Urban Night Trail per gli amatori. Per le gare competitive della domenica mattina, un percorso tecnico ma interpretabile anche in termini di velocità, un compito affidato ai tanti élite runner in gara: si preannuncia una bella lotta ai vertici non solo della mezza maratona ma anche, e forse soprattutto, della 10 km dove troviamo anche il detentore del primato del percorso. Voglio ringraziare tutti ma soprattutto i volontari la cui passione rende possibile l’evento.”

GARE, ORARI E DISTANZE – L’11^ BigMat Bergamo21 si disputerà domenica 4 febbraio sulle distanze della mezza maratona (21,097 km) e dei 10 km, nella doppia formula competitiva e non. La mezza maratona potrà essere corsa anche con formula a staffetta, ognuna delle quali sarà composta da tre podisti che dovranno coprire la distanza di 7 km. I primi a partire saranno i runner della 10 km (ore 9:00), seguiti dai partecipanti alla mezza maratona (ore 9:40) e delle staffette (ore 9:45).

Sabato 3 febbraio, però, a inaugurare il week end a tutto running sarà l’Urban Night Trail, la corsa in notturna di 12,5 km. Partenza alle 18:00.

NUMERI E STATISTICHE – Saranno oltre 3.500 i runner che sabato 3 e domenica 4 febbraio si schiereranno al via della BigMat Bergamo21 e dell’Urban Night Trail. 43 le nazioni rappresentate, Italia compresa. I Paesi esteri con più iscritti sono Grecia (22), Romania (21) e Regno Unito (19). Ma non sono solo i podisti europei ad aver scelto la Città dei Mille per seguire la propria passione. Accanto alle tre già citate e a Irlanda, Russia, Svezia e Turchia vedranno sventolare la loro bandiera anche Argentina, Australia, Canada, Colombia, Cuba, Ecuador, Egitto, Giappone, India, Iran, Israele e Stati Uniti, per citarne alcune.

Gli atleti con più candeline sulla torta di compleanno sono Enrico Zoccoli di Cavenago Cambiago (MB), classe 1944, e Angiolina Garatti di Sospiro (CR), nata nel 1952.

MEZZA MARATONA, TOP RUNNER – I nomi in lista profumano di nazionale di corsa in montagna, gare di trail e mezzofondo e non poteva che essere così per la BigMat Bergamo21 che si disputa sotto lo sguardo attento delle Orobie.

L’uomo da battere è Antonino Lollo (GP Alpinistico Vertovese) che dalla linea di partenza può già visualizzare l’intero tracciato, grazie alla vittoria del 2022 e la piazza d’onore dello scorso anno. Lollo è un habitué delle gare targate FollowYourPassion, come dimostrano i suoi frequenti podi e può vantare un personale sulla specialità di 1:03’29” fatto registrare alla RomaOstia del 2022. Tra le glorie, nella sua carriera il titolo di Campione Assoluto di Maratona Fidal nel 2021.

Al femminile, occhi puntati sulla rumena, olimpica a Rio 2016, Paula Todoran, che proprio in Italia, alla Maratonina di Udine del 2007, ha strappato il suo personal best di 1:12’59”. La mezza maratona è proprio la sua specialità come testimoniano i titoli di campionessa nazionale del 2010 e 2015 accanto ai quali va ricordato anche quello di campionessa nazionale sui 10.000 m nel 2011.

10K, TOP RUNNER – Sulla linea di partenza spiccano le tre maglie azzurre della corsa in montagna di Xavier Chevrier (Atl Valli Bergamasche Leffe), Francesco Puppi (Atl Valle Brembana) e Andrea Elia (La Recastello Radici Group). Sulla carta, il favorito per la vittoria della 10 km pare essere Xavier Chevrier, che ha fermato il cronometro a 29’03” proprio a Bergamo nel 2022, edizione dalla quale detiene il primato del percorso. È sfida tra valli bergamasche con Francesco Puppi, uno dei migliori interpreti italiani e internazionali del mountain running e trail running capace delle medaglie di bronzo ai Campionati Europei di corsa in montagna del 2017 e quella di argento ai Campionati Mondiali di trail nel 2022. Per Puppi il miglior crono sulla distanza è quello fatto segnare a Magenta nel 2020 con 29:48. A una manciata di secondi Andrea Elia con un personale di 30:30, registrato nel 2016.

Ricchissima anche la sfida in rosa tra le azzurre di corsa in montagna Vivien Bonzi (La Recastello Radici Group), lo scorso anno al personale sulla distanza a Calimera dove ha terminato le sue fatiche in 34:26, Gloria Giudici (Atl. Valle Brembana), vincitrice dell’ultima edizione della 10 km alla Milano21, che vanta il crono di 35:09 stabilito a Varese nel 2022, e Barbara Bani (Atl. Rodengo Saiano Mico), che porta in dote il suo miglior tempo di 35:52 da Stezzano nel 2022.

PERCORSI – Migidio Bourifa: un nome, una garanzia. È il quattro volte campione italiano di maratona e 12 volte in maglia azzurra della Nazionale italiana con presenze a Mondiali ed Europei di atletica, marocchino di nascita e bergamasco d’adozione, ad aver firmato il percorso della BigMat Bergamo21.

Partenza e arrivo sono in centro per un tracciato che si sviluppa sulle velocissime strade della città bassa. Emozionante e suggestivo è sicuramente il passaggio all’interno dell’Accademia della Guardia di Finanza, resa possibile dalla rinnovata collaborazione tra quest’ultima e FollowYourPassion.

L’Accademia è ospitata in una struttura (gli ex Ospedali Civili) che coniuga storia – alcuni edifici risalgono al Novecento – e modernità – alcuni padiglioni sono stati costruiti recentemente. Un’occasione unica per conoscere un edificio solitamente chiuso al pubblico.

La Città Alta, con i suoi vicoli e le mura veneziane del XVI secolo Patrimonio UNESCO, accoglierà invece i runner dell’Urban Night Trail, 12,5 km che si spingeranno fino al castello di San Vigilio, la roccaforte costruita nel VI secolo a difesa della città e dei suoi colli. Suggestione, fascino e viste mozzafiato, quindi, arricchiti ulteriormente dalle luci della città illuminata.

T-SHIRT E MEDAGLIA, L’OMAGGIO ALLA CITTÀ E ALLA SUA GENTE – C’è il dna di Bergamo sulla t-shirt della BigMat Bergamo21 e dell’Urban Night Trail. Lo splendido skyline della città trova le sue fondamenta in alcune delle frasi che contraddistinguono il popolo bergamasco, ovviamente scritte in dialetto: da Bèrghem Noter Am’ mòla mia (Bergamo, noi non molliamo mai) a Fo’ de co’ (Fuori di testa) a Vé zò dalla pianta (Vieni giù dalla pianta) a quel Pota che può assumere tutti i significati del mondo in base a quando e a come lo dici. Di colore giallo quella dell’Urban Night Trail, azzurra quella della mezza maratona e della 10 km.

L’inconfondibile skyline campeggia anche sulla medaglia della BigMat Bergamo21, la cui realizzazione pone molta attenzione al rispetto dell’ambiente: è infatti prodotta in legno riciclato proveniente da fonti sostenibili, con energia rinnovabile e inchiostri a zero emissioni, un valore nei confronti del quale MG Sport profonde sempre più impegno con l’obiettivo di ottenere la certificazione B Corp.

EXPO VILLAGE – Sarà il cuore della città bassa, il salotto di Bergamo, a ospitare l’Expo Village: su via Sentierone, il viale alberato costellato da negozi e locali ma anche da monumenti e chiese, non ultimo il Teatro Gaetano Donizetti, i runner potranno ritirare pacco gara e pettorali, ma anche scoprire le ultime novità delle aziende presenti. Orari di apertura: sabato 3 febbraio, dalle 14:00 alle 18:00, e domenica 4 febbraio, dalle 7:00 alle 8:45.

ISCRIZIONI NON COMPETITIVE – Chiuse le iscrizioni agli eventi competitivi. Sarà invece possibile iscriversi alle non competitive, sabato 3 e domenica 4 febbraio, presso l’Expo Village situato in via Sentierone.

ISCRIZIONI SOLIDALI – Fare del bene correndo si può: continua la collaborazione tra FollowYourPassion e Sport senza Frontiere, la onlus che favorisce l’inclusione sociale, l’educazione e il benessere psico-fisico di bambini e adolescenti svantaggiati attraverso lo sport. Tutti i runner che correranno una delle distanze della Bergamo21 potranno dare il loro contributo acquistando un pettorale solidale o facendo una donazione libera al momento dell’iscrizione.

STUDENTI SUL CAMPO – Lo sport, si sa, è una palestra di vita. E si può imparare molto anche vivendo una manifestazione da dietro le quinte. Per questo diversi studenti del liceo scientifico a indirizzo sportivo della Scuola Imiberg saranno impegnati nell’organizzazione della Bergamo21 nella modalità didattica dell’alternanza scuola-lavoro.

(foto e testo da comunicato organizzatori)